Chiodi firma intesa con ministro Biondi per il piano paesaggistico regionale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1505

ABRUZZO. Appuntamento romano ieri per il presidente della giunta regionale Gianni Chiodi per la firma di un documento importante per il territorio regionale.


Il presidente della Regione, Gianni Chiodi ed il Ministro per i Beni Culturali, Sandro Bondi, hanno sottoscritto questo pomeriggio, a Roma, nella sede del Ministero, un protocollo d'intesa manifestando la concorde volontà di procedere alla elaborazione e alla redazione congiunta del Piano Paesaggistico esteso all'intero territorio regionale.

«Si tratta di un accordo di portata storica per la nostra Regione - ha dichiarato il presidente Chiodi - visto che il Piano Paesaggistico vigente risale al 1990. L'Abruzzo è una delle prime Regioni a stipulare questa intesa che ci porterà a lavorare in sinergia con il Ministero, sia in relazione ai vincoli paesaggistici da rivisitare alla luce della mutata realtà del territorio, sia in merito alla redazione del nuovo Piano Paesaggistico in conformità al Codice Urbani. A tal proposito, intendo sottolineare la grande disponibilità mostrata dal Ministro Bondi che ci ha permesso di dare impulso a questo nuovo strumento di pianificazione urbanistica estremamente importante per il nostro territorio».
L'elaborazione e la redazione congiunte del Piano tengono conto degli obiettivi contenuti nella Convenzione di integrazione del paesaggio nelle politiche nazionali di pianificazione del territorio e in quelle a carattere culturale, ambientale, agricolo, sociale ed economico, nonché nelle altre politiche che possono avere un'incidenza diretta o indiretta sul paesaggio stesso.
Le Parti si impegnano reciprocamente ad attuare ogni forma di fattiva collaborazione e ad assicurare ogni utile scambio di informazioni, avvalendosi anche delle professionalità presenti nelle Università.
Il Ministero e la Regione si impegnano ad attuare le disposizioni in materia di pianificazione paesaggistica, ed inoltre, a provvedere congiuntamente alla revisione periodica del Piano. L'intesa siglata oggi è propedeutica al successivo adeguamento degli strumenti di pianificazione urbanistica provinciali e comunali e alla disciplina contenuta nel Piano elaborato e redatto secondo le modalità previste nel disciplinare tecnico di attuazione.
Disciplinare, che sarà siglato a sua volta in tempi brevi dal direttore regionale del Settore Ambiente, dal direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Abruzzo e dal direttore generale per la Qualità e Tutela del Paesaggio dell'Architettura e dell'Arte contemporanee del Ministero. Sulla firma di questo accordo è intervenuto anche il segretario generale della presidenza della Regione, Enrico Mazzarelli che ha espresso grande soddisfazione «poichè l'Abruzzo è tra le prime Regioni a sottoscrivere questo protocollo che consente una corretta e puntuale rivisitazione delle aree di tutela viste in ambito unitario, diversamente da come è avvenuto fino ad oggi e, attraverso l'applicazione del codice Urbani, in sinergia tecnica con Ministero e Sovrintendenza».
E' stato, infine, deciso che entro il mese prossimo si insedierà a l'Aquila il Tavolo regionale per i beni culturali e paesaggistici al quale lo stesso Ministro Bondi ha espresso la volontà di partecipare.

27/02/2009 10.01