Crisi economica. Chiodi:«Al Governo chiediamo confronto di qualità»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1182

ROMA. E’ stato rinviato l'incontro con il governo. La Conferenza delle Regioni si appresta a ribadire con un documento unitario la propria posizione sulla programmazione e sulle misure di intervento contro la crisi economica.

E' però saltata, infatti, la riunione prevista per oggi pomeriggio a Palazzo Chigi per discutere dei provvedimenti da mettere a punto per affrontare l'attuale crisi economica e in particolare ridefinire i fas (fondi per le aree sottoutilizzate), per parlare di fondi comunitari e dell'ammontare delle somme da destinare agli ammortizzatori sociali.
Per dialogare con il Governo, le Regioni hanno avviato anche una ricognizione dello stato di utilizzo delle risorse Fas e fondi strutturali.
Attraverso la propria autorità di gestione, responsabile della spesa, ogni Regione quindi, ha inviato alla Conferenza i propri dati mettendo in evidenza i valori finanziari dei programmi, gli impegni di spesa assunti e i pagamenti effettuati.
Anche la Regione Abruzzo, attraverso la direzione Affari della presidenza, ha inviato le informazioni richieste.
«Deve migliorare la qualità della interlocuzione con il Governo, la qualità del confronto è importante – ha commentato il Presidente Chiodi presente oggi a Roma all'incontro con i Presidenti di Regione -. La Conferenza sta elaborando una lettera da inviare al governo e alle parti sociali in cui ribadire la nostra posizione ed esprimere forte preoccupazione poiché abbiamo bisogno di dati certi su cui iniziare un'attività di programmazione ma anche di impegno. Finché c'è questa incertezza rimane difficile programmare e, soprattutto ,poter spendere».
Alla Conferenza delle Regioni, oggi, a Roma, nella sede di via Parigi, oltre al Presidente Giovanni Chiodi, erano presenti anche gli assessori regionali alla sanità, Lanfranco Venturoni, e al bilancio, Carlo Masci.

21/01/2009 15.41