Formazione: Fabbiani, impegnati 15 mln di euro dalla giunta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2620

ABRUZZO. Oltre 15 milioni di euro sono stati impegnati dalla Giunta regionale con i provvedimenti approvati per i settori della formazione professionale, dell'istruzione e del diritto allo studio.


Lo ha annunciato stamane l'assessore alla Formazione professionale, Fernando Fabbiani.
Per la formazione continua a beneficio di micro e piccole imprese sono stati impegnati fondi per 5.000 euro da trasferire alle amministrazioni provinciali.
Invece 3.000 euro sono stati impegnati per la formazione continua a beneficio delle medie imprese, a valere sulle risorse cofinanziate dal Fondo sociale europeo. Infine 723.000 euro sono stati impegnati dalla Giunta per l'aggiornamento e la riqualificazione degli operatori della formazione professionale.
Per i percorsi formativi sperimentali triennali riguardanti l'assolvimento dell'obbligo scolastico i provvedimenti varati prevedono l'impegno di 4.785.900 euro per il finanziamento di corsi per operatori dell'autoriparazione, per operatori di macchine utensili e per installatori e manutentori di impianti elettrici.
Inoltre il Ministero del Lavoro con due decreti ha trasferito alla Regione Abruzzo le risorse relative agli anni 2007 e 2008 finalizzate all'attivazione di ulteriori percorsi sperimentali di istruzione e formazione professionale.
Infine 675.000 euro sono stati impegnati per l'alta formazione, la formazione specialistica e l'inserimento lavorativo per organizzatori di eventi sportivi, soprattutto in previsione dei Giochi del Mediterraneo.
L'avviso pubblico per la presentazione dei relativi progetti è stato emesso il 5 dicembre scorso con scadenza fissata al prossimo 10 gennaio 2009.
«Il mio impegno costante da assessore - ha sottolineato Fabbiani - ha prodotto interventi nel campo della cittadinanza solidale, con un disegno di legge ora giacente in Consiglio regionale, nel campo del lavoro con l'istituzione del Cicas, la task force nata nel 2006 ed ancora risultati importanti sono stati ottenuti per la stabilizzazione di oltre duemila lavoratori precari».

19/12/2008 13.43