Droga e usura, maxi operazione: 35 arresti. 1 mln di euro in beni sequestrati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

14015

Droga e usura, maxi operazione: 35 arresti. 1 mln di euro in beni sequestrati
ABRUZZO. Centosessanta carabinieri del Comando regionale d'Abruzzo hanno arrestato 35 persone. Sequestrati beni per 1 milione di euro.
A quanto si apprende sarebbero più di 50 le perquisizioni domiciliari e i sequestri di immobili effettuati.
I provvedimenti sono stati emessi dalla Dda dell'Aquila a seguito di un rapporto informativo inoltrato dal nucleo investigativo del comando provinciale di Pescara dei carabinieri dopo oltre due anni di indagini alla scoperta di un sodalizio criminale composto da albanesi e rom locali.
Un sodalizio che aveva alla base lo spaccio di sostanze stupefacenti e l'usura per un giro di affari di milioni di euro.
I carabinieri stanno operando gli arresti ed i sequestri in Abruzzo, Molise, Marche, Campania, Lombardia, Veneto e Toscana.
I reati contestati sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, spaccio di stupefacenti ed usura. In tarda mattinata saranno resi noti i maggiori dettagli.
18/07/2008 8.13

CARPE DIEM

L'operazione si chiama “Carpe diem”, è stata portata a termine oggi ma è iniziata due anni fa ed aveva già avuto risvolti con arresti e sequestri.
Tutto ha avuto inizio nell'agosto del 2006. Il febbraio successivo già i primi arresti in flagrante di due albanesi: Durim Koci, 23 anni (arrestato anche questa mattina) e Ritan Laze, 28 anni, residente a Recanati.
In quel caso, dopo un controllo, vennero sequestrati 2 chili di cocaina, suddivisi in quattro panetti.
Da questo episodio l'indagine è andata avanti ed è stata individuata una famiglia di rom con a capo marito e moglie: Guerino e Maria Spinelli di Montesilvano.
Loro erano il nucleo del sodalizio criminale, il punto di raccolta del rifornimento di stupefacente ricollocabili a 3 canali diversi: quello napoletano, quello milanese e quello di Popoli.
L'organizzazione si avvaleva di un largo numero di corrieri scelti tra persone poco sospette.
L'inchiesta, dapprima affidata alla Procura di Pescara, è poi passata alla procura distrettuale antimafia dell'Aquila, sotto la direzione del dottor Pinelli perché il reato configurato non era più il semplice spaccio di stupefacenti, ma si ipotizzava l'associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

«ROM, EXTRACOMUNITARI E ROMENI»

Le persone coinvolte nell'indagine sono tutti appartenenti a famiglie rom-stanziali, cittadini extracomunitari albanesi e sloveni nonché rumeni.
La vastità del campo d'azione sul quale l'organizzazione criminale agiva, hanno reso le attività estremamente difficoltose.
I servizi infatti, oltre che con l'utilizzo di mezzi tecnici di intercettazione sono stati per lo più effettuati mediante il pedinamenti. Nei confronti del sodalizio, sono stati acquisiti numerosi elementi probatori suffragati anche da importanti operazioni di servizio, conclusesi con il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

TUTTI I SEQUESTRI


Febbraio 2006: sequestro di 2,160 kg cocaina ed arresto, in flagranza di reato, due corrieri albanesi;
Marzo 2007: sequestro di 10 kg di eroina, suddivisa in 20 panetti, tratti in arresto, in flagranza di reato, un cittadino sloveno ed un cittadino albanese;
Marzo 2007: rinvenuti, nel territorio di Popoli, 4,5 KG di eroina;
Dicembre 2007: sequestro di 1,258 Kg di cocaina ed arresto, in flagranza di reato, di due corrieri albanesi;
Dicembre 2007: sequestro di 2 kg di eroina ed arresto, in flagranza di reato, di due corrieri albanesi.

L'OPERAZIONE DI OGGI


L'operazione odierna si è concretizzata, oltre che con l'esecuzione di 35 arresti, anche con provvedimenti di sequestro di beni immobili, per azioni di riciclaggio di danaro di illecita provenienza, che, seppure intestati a prestanome, è stato chiaramente accertato, essere appartenenti al nucleo familiare rom-stanziale Spinelli di Montesilvano.
Sono stati così sequestrati un appartamento di Montesilvano, via Marche n. 10, dimora abituale della famiglia Spinelli, costituita da 9 vani più due garage; una villa in via Stradonetto ai Pescara, già sottoposta a sequestro per abusi edilizi quand'era in corso di realizzazione dalla Polizia Municipale, costituita da 5 vani a piano terra e 5 al primo piano; una porzione di villa, in via Rossini n. 1, di Sambuceto di San Giovanni Teatino costituita da 6 vani,

Il tutto per un valore commerciale complessivo di circa 1 milione euro.

TUTTI GLI ARRESTATI

I soggetti nei cui confronti sono state eseguite le ordinanze di custodia cautelare, sono:

Erika Alessandrini, 20 anni, residente a Lanciano, domiciliata a Montesilvano, nullafacente, pregiudicata;
Vincenzo Bevilacqua, conosciuto come “Tomtom”, nato a Caivano, 33 anni, residente a Montesilvano, nomade, pregiudicato;
Ergust Bubequi, nato a Valona (Albania), 25 anni, domiciliato a Montesilvano;
Salvatore Capozzoli, conosciuto come “o cinese”, nato a Napoli, 57 anni, residente a S. G. a Cremano (NA), domiciliato Città Sant'angelo, sposato, pregiudicato;
Vincenzo Ciarelli, nato San Salvo, 69 anni, residente Pescara, coniugato, nomade, nullafacente, pregiudicato;
Italo Di Rocco, conosciuto come “Capezza, nato Pescara, 41 anni, nomade, nullafacente, pregiudicato;
Guerino Di Rosa, noto come “Guarinello di Sulmona”, nato Sulmona, 34 anni, commerciante, nomade, pregiudicato;
Enzo Gargivolo, nato a Pescara, 27 anni, domiciliato in Montesilvano, pregiudicato;
Emanuela Guarnieri, nata a Giulianova, 31 anni, residente a Montesilvano, coniugata, pregiudicata;
Ksenia Guziak, nata a Nowa Sol (Polonia), 23 anni, residente in Silvi Marina;
Durim Koci, nato a Elbasan (Albania) 24 anni, residente a Popoli domiciliato in Silvi Marina (TE);
Shpetim Memolla, noto come “Angelo” o “Timi”, nato a Pequin (Albania), 36 anni, residente in Pessago con Bornago (MI);
Ylber Mezja, noto come “Jimmy”, nato a Peqin (Albania)32 anni, residente a Milano, di fatto Paderno Dugnano (MI);
Elton Moriseni, nato in Albania, 26 anni, residente a Popoli;
Irma Moriseni, nata in Albania, 28 anni, residente in Pratola Peligna (AQ), moglie di Moriseni Elton.
Qemal Muca, noto come “Cravattone”, nato a Elbasan, 40 anni, residente a Pieve Emanuele (MI);
Altiero Pietranico, nato a Pescara, 70 anni, residente a Montesilvano, separato, nullafacente, pregiudicato;
Fabio Platone, nato a Napoli, 29 anni, coniugato, meccanico, pregiudicato;
Carolina Spinelli, conosciuta come “Chanel”, nata a Bussi sul Tirino, 67 anni, domiciliata a Montesilvano, nubile, pregiudicata, nullafacente;
Eleonora Spinelli, nata a Pescara, 16 anni, domiciliata Montesilvano
Enrico Spinelli, noto come Rambo, 22 anni, domiciliato a Montesilvano, pregiudicato, nomade, nullafacente;
Giovina Spinelli, nata a Pescara, 20 anni, domiciliata in Montesilvano (PE);
Guerino Spinelli, nato a Chieti, 42 anni, domiciliato a Montesilvano, nullafacente. Sorvegliato speciale.
Loreta Spinelli, nato a Pescara, 42 anni, domiciliato a Vasto, pregiudicata;
Maria Spinelli, nato a Pescara, 42 anni, domiciliato a Montesilvano, nullafacente, pregiudicata
Pamela Spinelli, nato a Pescara, 20 anni, domiciliato a Montesilvano, nullafacente, nubile
Rocco Spinelli, nato a Pescara, 43 anni, domiciliato a Montesilvano, nullafacente. Sorvegliato speciale
Gezim Sulejmani, nato a Durazzo (Albania) , 35 anni, e residente in Popoli, separato, operaio, pregiudicato.
18/07/2008 12.31