Capitan Abruzzo ci salverà anche dal bullismo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2971

ABRUZZO. «Quello del bullismo è un fenomeno che va affrontato e combattuto unendo le forze. Si può fare in molti modi, parlando ai giovani con linguaggi nuovi, come la vignetta ed il fotoromanzo, coinvolgendo le famiglie, promuovendo la cultura della legalità, marginalizzando la legge dell'omertà, primo passo verso forme di violenza ancora più gravi».
Il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, ha voluto così illustrare, stamane all'Aquila, lo spirito di due iniziative anti-bullismo, realizzate in sinergia con la scuola e le forze dell'ordine. Affiancato dall'assessore alle Politiche per l'istruzione, Augusto Di Stanislao, Del Turco ha ospitato l'Osservatorio regionale permanente sul bullismo, istituito presso l'Ufficio scolastico regionale, che si è insediato proprio nel corso dell'incontro odierno.
Coordinato da Marisa Colletti Bottarel, dirigente tecnico dell'Usr, l'organismo è formato da 25 membri, in rappresentanza del mondo della scuola, della famiglia, delle istituzioni, del volontariato e del giornalismo.
Struttura interistituzionale voluta dal ministero dell'Istruzione, l'Osservatorio, dopo la nascita col predecessore Nino Santilli, è stato riproposto dall'attuale direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale, Carlo Petracca.
Cinque i "compiti" principali dell'organismo: promuovere azioni di contrasto verso qualsiasi forma di disagio; raccordare le proposte operative dei singoli uffici scolastici provinciali; sensibilizzare le famiglie; raccogliere e valorizzare le 'buone pratiche'; monitorare continuamente e capillarmente la situazione. Sempre in tema di lotta al bullismo, la seconda iniziativa presentata stamane che vede coinvolta direttamente la Regione. Si tratta della pubblicazione su "Capitan Abruzzo", rivista ideata dal presidente Del Turco, del fotoromanzo "Il raglio dei bulli" che ha avuto come protagonisti gli studenti dell'Istituto omnicomprensivo di Carsoli, diretti dal fotografo Slim e dal regista Massimo Tonna.
«L'ufficialità di questo momento - ha esordito Petracca - è giustificata dal carattere interistituzionale dell'Osservatorio. Se c'è un'emergenza educativa, la scuola non può farcela da sola, ma deve interagire con tutte le realtà interessate. Queste emergenze, di cui il bullismo è solo un'espressione, vanno prevenute e soprattutto non consentite, prima di essere punite».
«Con questo titolo provocatorio, “Il raglio del bullo” - ha spiegato il Presidente - abbiamo cercato di innescare un meccanismo culturale importante. Del resto, 'Capitan Abruzzo' è una pubblicazione pensata per i giovani che affronta i problemi, ad esempio il bullismo e prima ancora le stragi del sabato sera, con linguaggi innovativi, la fotografia ed il disegno».
Del Turco, elogiando il lavoro svolto dalla Struttura di supporto stampa della Giunta regionale per la realizzazione della rivista, ha sottolineato anche come un settimanale nazionale di elevata tiratura abbia dedicato ai ragazzi di Carsoli, agli artefici del progetto "Registi per caso", all'idea della Regione, un servizio di cinque pagine.
Raccontando poi di essere stato lui stesso vittima del bullismo, a dieci anni, il Presidente ha ribadito la vicinanza dell'amministrazione agli studenti ed ai docenti con i quali, grazie anche a "Capitan Abruzzo", distribuito in 18 mila copie, ha aperto un dialogo ed una collaborazione proficui.
Per la riapertura della scuola, in settembre, Del Turco ha annunciato altre iniziative importanti. A partire dall'invito al ministro della Pubblica istruzione di aprire proprio in Abruzzo il preannunciato giro di "buon anno scolastico" nei vari istituti della Penisola.

ECCO DA CHI E' COMPOSTO L'OSSERVATORIO

L'Osservatorio regionale permanente sul bullismo, insediatosi stamane presso la sede della Giunta regionale, all'Aquila, risulta così composto: Carlo Petracca, direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale; Marisa Colletti Bottarel, dirigente tecnico Usr; Maria Gabriella Casaccio, vice prefetto aggiunto Prefettura L'Aquila; Filippo Piritore, questore L'Aquila; Giovanni Di Niso, Comando provinciale Carabinieri L'Aquila; Rossella Di Meco, responsabile Ufficio qualità servizio sociali Regione Abruzzo; Piero Di Giulio, Provincia Pescara (rappresentante Upi); Pierluigi Biondi, Ance Abruzzo; don Renzo D'Ascenzo, rappresentante Cei Curia vescovile L'Aquila; Piera Farello, Dipartimento prevenzione Asl Regione Abruzzo; Paola Durastante, Dipartimento giustizia minorile; Stefano Filippini, giudice Tribunale dei minori L'Aquila; Armando Rossini, dirigente scolastico "Rodari" L'Aquila; Daniele Casaccia dirigente scolastico "Tinozzi-Pascoli" Pescara; Angelo Sperandio, dirigente scolastico Itis "Alessandrini" Teramo; Nicola D'Adamo, dirigente scolastico Scientifico Vasto; Laura Parisse, docente comandata Usp L'Aquila; Gabriella Toritto, docente comandata Usp Chieti; Mila Martelli, docente comandata Usp Teramo; Daniela Puglisi, docente comandata Usp Pescara; Stefano Savoca, presidente Consulta studentesca L'Aquila; Cesidio Chiarilli, Forum dei genitori; Manuela Francini, Forum genitori; Concetta Trecco, Volontariato; Angela Baglioni, Ordine dei giornalisti.

09/07/2008 14.41