Telecom, sciopero di 8 ore contro i tagli del personale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1536

ABRUZZO. Oggi i lavoratori dell'intero gruppo Telecom stanno scioperando (lo faranno per 8 ore), «per il futuro dei 56 mila dipendenti e contro i primi cinquemila tagli annunciati».
Questo, potrebbe essere solo l'inizio di una ristrutturazione che coinvolgera' l'intera Telecom, «con il rischio di ulteriori tagli ed esuberi in tutte le aree operative della rete, del
customer, commerciali e di staff», come ha detto Emilio Miceli, segretario generale Slc/Cgil in una nota.
«Quello che colpisce, oltre alla gravita' delle misure aziendali - aggiunge - e' il silenzio assoluto del governo che mostra di non aver capito l'importanza e la gravita' della riduzione del 10% del personale in una grande azienda strategica come Telecom».
«Infatti - conclude - a parte le procedure burocratiche legate sostanzialmente all'applicazione
della legge 223 per la gestione degli esuberi definiti dall'azienda, e' il buio piu' assoluto».
La Telecom prevede un forte taglio di spese, che andrà a incidere sui lavoratori: si parla di almeno 5.000 posti di lavoro tagliati.
Ma Miceli ribatte: «la verità é che pensano di attestarsi tra i 15.000 e i 20.000 esuberi. Non esiste un tavolo sugli esuberi senza discutere prima il piano industriale e in ogni caso rigettiamo la politica dei tagli al personale».
Lo sciopero di oggi verrà attuato per l'intera giornata, e manifestazioni e presidi sono previsti in tutte le regioni.

04/07/2008 11.07