Fondi Fas, Del Turco chiede aiuto ai parlamentari abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3005

ABRUZZO. E' stato approvato ieri all'unanimità in consiglio regionale un ordine del giorno per scongiurare il pericolo del taglio ai fondi Fas paventato del Governo.


ABRUZZO. E' stato approvato ieri all'unanimità in consiglio regionale un ordine del giorno per scongiurare il pericolo del taglio ai fondi Fas paventato del Governo.





«C'è stata una svolta positiva nel corso del dibattito- ha commentato Del Turco - La minoranza si è fatta carico di una esigenza di unità contro le intenzioni del Governo e chiederà ai propri rappresentanti in Parlamento di unirsi ai parlamentari che si oppongono alla linea del Governo per impedire che si consumi questo affronto all'autonomia delle Regioni e alla loro capacità di autogoverno».
Il consiglio regionale impegna, quindi, il presidente della Giunta regionale, unitamente alla rappresentanza parlamentare abruzzese, ad attivarsi di concerto con le altre regioni per scongiurare che la Legge finanziaria contenga un pericolo gravissimo per l'autonomia finanziaria delle Regioni. «Prendiamo atto con piacere che, a distanza di tre anni dal loro insediamento, l'esecutivo regionale e la maggioranza di centro-sinistra abbiano iniziato a prendere in considerazione il ruolo della rappresentanza parlamentare abruzzese per dirimere le questioni derivanti dal rapporto tra il governo nazionale e la Regione Abruzzo», ha commentato il senatore Fabrizio Di Stefano, coordinatore regionale di An.
«Tale inversione di rotta è sintomatica: da un lato si riconosce la validità del lavoro che i parlamentari abruzzesi, in specie quelli di maggioranza, hanno fatto e possono fare – ha proseguito Di Stefano – dall'altro si ammette che, nella precedente legislatura del governo-Prodi, altrettanta fiducia non poteva essere riposta negli allora rappresentanti abruzzesi a Roma, se è vero che mai era stato fatto loro appello o era stato formalmente richiesto il loro sostegno alle iniziative regionali».

02/07/2008 9.37