Sanità, inaugurazioni a L’Aquila e San Giovanni Teatino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1061

ABRUZZO. Il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, ha inaugurato stamane la nuova sede del Centro regionale di immunoematologia e tipizzazione tissutale, presso l'ospedale "San Salvatore" dell'Aquila.
La struttura, unica in Abruzzo e Molise, è formalmente riconosciuta come Centro di eccellenza nel campo dell'immunogenetica.
Il Centro di immunoematologia e tipizzazione tissutale del capoluogo ha cominciato ad operare nel 1975. Da allora ha compiuto notevoli passi avanti in termini di competenza e professionalità. Ed il trasferimento, dall'ex psichiatrico nei nuovi ed ampi locali dell'edificio 2 dell'ospedale regionale, rappresenta un ulteriore riconoscimento del prestigio del lavoro svolto.
Il presidente Del Turco è stato accompagnato nella visita dei locali dal direttore della Asl, Roberto Marzetti, dal responsabile della struttura, Franco Papola, e dal personale.
Il Centro di immunoematologia e tipizzazione tissutale dell'Aquila detiene il Registro dei donatori di midollo che, tra Abruzzo e Molise, sfiorano i 5.300, ospita la Banca del Dna ed è collegato con tutti i centri trasfusionali. Nei suoi laboratori, oltre alla routine, si analizza la compatibilità genetica di reni, cornee, cuore e, soprattutto, quella della cellule staminali emopoietiche. Ogni anno si sottopongono ad esame 800 persone, potenziali donatori di midollo, per 200 possibili riceventi. L'opera che il Centro del dottor Papola svolge a livello nazionale ed internazionale è testimoniata altresì dalle 27 donazioni di midollo effettuate in tutto il Mondo.
«Se avremo nei prossimi giorni, come è possibile e come speriamo, una sorta di accreditamento internazionale, questo sarà per l'Abruzzo, per L'Aquila, per l'ospedale e per chi lo dirige e vi lavora, un risultato eccezionale, straordinario - ha detto il presidente Del Turco - Lo sottolineo perché mi ha colpito il fatto che prima un pezzo di questo ospedale stava a Collemaggio e, scherzando col direttore Marzetti, ho detto che i manicomi non chiudono mai. Con questa inaugurazione, si compie un altro passo nella direzione della civiltà della salute».
«Sono queste le occasioni in cui mi piace il ruolo di presidente della Regione - ha aggiunto Del Turco - perché sento l'orgoglio delle novità che stiamo introducendo».

INAUGURATO NUOVO DISTRETTO A SAN GIOVANNI TEATINO

Un milione e trentotto mila euro per la realizzazione del nuovo distretto sanitario nel Comune di San Giovanni Teatino.
Il taglio del nastro, questa mattina, alle 12, alla presenza dell'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca, del Senatore, Giovanni Legnini, dell'assessore alla Sanità del Comune di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, e del sindaco, Verino Caldarelli, e del direttore generale della Asl di Chieti, Mario Maresca. «Si è creata un'ottima sinergia tra la Regione ed il Comune di San Giovanni Teatino - ha dichiarato Mazzocca nel suo intervento - Abbiamo recuperato risorse inutilizzate da investire per la medicina sul territorio, uno dei nostri argomenti clou, cavallo di battaglia della nostra attività. Abbiamo concentrato i servizi sanitari dispersi sul territorio del comune di San Giovanni, che tra l'altro racchiude un'area ben più ampia. Credo - ha sottolineato l'Assessore - che sia un'opera lodevole la realizzazione di questo nuovo distretto - nella logica della diffusione della Sanità sul territorio e nella logica dell'avvicinamento dei servizi sanitari ai bisogni di salute del cittadino». Sinergia confermata dall'assessore Marinucci, il quale ha manifestato grande orgoglio per «una sede più ampia, moderna e funzionale e, quindi, più fruibile per i numerosi utenti. Un risultato ottenuto grazie all'impegno della Regione che si è fatta totalmente carico della spesa. In un momento di crisi come quello che sta attraversando la sanità oggi in Abruzzo - ha concluso Marinucci - il nuovo distretto sanitario conferma che si sta lavorando per il bene dell'Abruzzo».

27/06/2008 14.48