Sanità, per Del Turco un tavolo tecnico. Pace vuole consiglio regionale urgente

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1924

L’AQUILA. Il presidente della Regione, Ottaviano Del Turco, e l'assessore al Bilancio, Giovanni D'Amico, hanno stabilito per il prossimo 19 maggio un tavolo tecnico.






Si affronterà in quella occasione la questione Sanità, tornata prepotentemente alla ribalta dopo le notizie di possibili aumenti di tasse per risanare i debiti del comparto.
Il tavolo di concertazione sarà aperto per valutare una azione comune da intraprendere con il nuovo Governo.
«L'obiettivo», fanno sapere il presidente e l'assessore, «è quello di evitare un aumento della fiscalità ed, anzi, raggiungere una progressiva riduzione nel prossimo triennio».
La riunione è prevista per lunedì prossimo, 19 maggio, alle ore 10,30, a palazzo Silone, all'Aquila.
Sempre oggi, intanto, l'ex presidente della Regione Giovanni Pace ha chiesto la convocazione urgente del consiglio regionale proprio per chiarire i rilievi mossi dal Ministero della Economia sulla applicazione delle addizionali regionali IRPEF e IRAP fino all'integrale copertura del disavanzo registrato.
«Da quello che si legge sui giornali», spiega Pace, si apprenderebbe che la Giunta Regionale e i partiti che la sostengono conoscevano la posizione del Ministero, ma l'incombenza del passaggio elettorale avrebbe evidentemente “consigliato” loro riserbo sull'argomento. Se così è – sottolinea Pace – si è sottratto tempo utile da dedicare alla riflessione e soprattutto per dispiegare opportune iniziative».
Ciò nonostante, l'esponente di An manifesta «la piena disponibilità a lavorare insieme per una composizione della situazione con minor danno possibile per gli abruzzesi a partire da un esame severo in consiglio dei motivi della mancata approvazione del Piano di rientro, così da approfondire il pensiero Ministeriale riguardo all'utilizzo da parte della Giunta Regionale per finalità extrasanitarie di quote di finanziamento vincolate e il ritardo rispetto al potenziamento delle economie di scala negli acquisti».

13/05/2008 16.47