Pescara 2009. Aracu: «non sarò sottosegretario allo Sport»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1490

PESCARA. Il Comitato organizzatore dei Giochi del Mediterraneo del 2009 ha deliberato ieri una serie di iniziative culturali e sportive che si svolgeranno nella regione in vista dell'evento sportivo. E Aracu assicura: «non farò il sottosegretario allo Sport».
Le manifestazioni prenderanno il via dal prossimo 27 giugno, quando è in programma "One Year Before", la cerimonia organizzata ad un anno dai Giochi. Da quel momento inizierà, dunque, il conto alla rovescia con vari progetti. Tra questi "Il battito mediterraneo che unisce", il quale coinvolgerà la città di Pescara con una serie di manifestazioni.
Nel programmi di eventi saranno coinvolti anche i negozi e gli stabilimenti balneari. I primi saranno addobbati con festoni e i gestori indosseranno magliette e cappellini per ricordare l'evento sportivo. Gli stabilimenti, già dalla estate 2008, saranno protagonisti di iniziative.
Dal 23 al 30 giugno 2009 sarà realizzato anche un "Campo della Gioventù" in cui saranno ospitati giovani delle Università dell'area del Mediterraneo.
Ad ottobre si terrà la riunione dei manager delle principali aziende del Mediterraneo.
In programma anche un incontro dei ministri dell'information tecnology. Fra le iniziative che si terranno nel 2009 "Il treno del Mediterraneo" che girerà per l'Europa per propagandare i Giochi.
Il presidente del Comitato organizzatore, Sabatino Aracu, ha annunciato che la tappa abruzzese del prossimo Giro d'Italia sarà dedicata ai Giochi del 2009.
Nella seduta di Giunta è stato, inoltre, approvato il calendario dei "Test Events": gare sportive che si terranno in tutte e quattro le province dal 10 maggio al 6 ottobre. In quest'ambito anche una partita della Nazionale che si giocherà a Pescara. I test events prevedono gare di ginnastica a Chieti; di lotta all'Aquila, di judo a Lanciano, di canottaggio a Bomba, di atletica, maratona, regata di vela a Pescara. Per il sindaco di Pescara, Luciano D'Alfonso, gli appuntamenti sono «terapeutici e pedagogici» per il territorio. D'Alfonso ha ribadito che i Giochi «favoriscono la competitività del sistema Abruzzo».
A margine della conferenza stampa Aracu ha riferito che non é sua intenzione, se gli dovesse venir proposta, accettare la carica di sottosegretario allo sport. Di questo Aracu ha detto di aver già informato il presidente Berlusconi attraverso una lettera. Per Aracu, infatti, il ruolo di sottosegretario sarebbe incompatibile con la sua carica di presidente della Federazione di pattinaggio.

29/04/2008 7.57

IL PROGRAMMA COMPLETO DELLE MANIFESTAZIONI