Trasporti. Sindacati alla Regione: «si rispettino gli impegni»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1341

ABRUZZO. Sono passati quasi due mesi dall’ultimo incontro ufficiale tra sindacati e assessorato ai trasporti dal quale sono scaturite garanzie di merito e di percorso rispetto alla prospettata azienda unica regionale e al processo di riforma del trasporto pubblico locale. L’associazione Frentania Provincia teme invece per la Sangritana.
Da quella data, probabilmente a causa delle dimissioni dell'assessore ai Trasporti Ginoble conseguenti alla sua candidatura alle prossime elezioni politiche, sono saltati tutti i momenti di confronto programmati con il sindacato.
«Stiamo invece assistendo da settimane», spiegano i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil, Filt, Fit, Uilt «ad una martellante campagna mediatica sulla ipotesi di azienda unica regionale con percorsi e contenuti che non ci vengono sottoposti al confronto».
I sindacati ribadiscono la necessità che «percorsi così complessi di riorganizzazione aziendale prevedano il coinvolgimento ed il protagonismo dei lavoratori e delle loro rappresentanze».
Adesso i sindacati chiedono di fissa un incontro: «basta rimandare. Adesso bisogna discutere».

«NO ALLO SCIPPO DELLA SANGRITANA»

L'Associazione Culturale Frentania Provincia è preoccupata invece per le sorti della Sangritana.
Il presidente Pino Valente propone alla maggioranza regionale ed in particolare ai consiglieri frentani modifiche agli assetti societari ed alla composizione dei CdA: «ci vuole un amministratore delegato unico al posto degli attuali pletorici CdA; competenza e professionalità accertate degli
amministratori delegati, scelti mediante selezioni pubbliche e con la pubblicazione di tutti i curricula dei partecipanti alle selezioni».
Valente propone poi un accorpamento dell'Arpa e della Gtm, aziende che operano entrambe solo su gomma ed entrambe con sede nell'area metropolitana Pescara-Chieti e la «salvaguardia delle peculiarità di una società con una storia quasi centenaria e l'unica ad effettuare trasporto su ferro».
09/04/2008 12.26