Edilizia sanitaria: accordo con ministero per nuovi interventi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1965

ABRUZZO. E' stato firmato oggi, a Pescara, in Regione, il Protocollo di Intesa relativo all'Accordo integrativo 2008 del programma di investimenti in edilizia e tecnologie sanitarie per la Regione Abruzzo. IL MINISTRO TURCO A CASOLI? TAVANI(AN):«UNA BEFFA»
Il programma di investimenti, presentato dalla Regione ed oggetto dell'Accordo di programma 2° stralcio 2008 per la realizzazione di diciassette interventi prioritari per la riqualificazione dei servizi sanitari regionali, mette a disposizione della Regione un importo complessivo pari 90 milioni 700 mila euro.
Di questi circa 67 milioni 500 mila sono a carico dello Stato mentre la restante cifra è coperta in parte dalla cessione del patrimonio immobiliare relativa al presidio di Giulianova ed in parte da Regione ed Asl.
Detta intesa fa seguito ai precedenti Accordi di programma sottoscritti nell'ottobre del 2004 ed il 31 luglio 2007 per un importo complessivo a carico dello Stato di quasi 54 milioni di euro per la realizzazione di quarantatre interventi.
Le linee strategiche prioritarie concordate nel presente Accordo, sono la riqualificazione dei presidi ospedalieri di riferimento delle sei aziende sanitarie regionali e di quelli di maggior rilievo, l'acquisto di arredi e attrezzature delle strutture territoriali per l'adeguamento dei servizi, la messa a norma di strutture territoriali e l'adeguamento e le attrezzature delle RSA esistenti o previste nei precedenti Accordi.

INTERVENTI SUI PRESIDI OSPEDALIERI

L'Accordo prevede importanti interventi sui presidi di riferimento aziendale, di particolare rilevanza finanziaria e strategica in quanto assorbono il 70% delle citate risorse statali, quali l'adeguamento a norma ed il potenziamento del Presidio Ospedaliero di Teramo, la riqualificazione del Presidio Ospedaliero di Lanciano e del Presidio Ospedaliero di Pescara, l'adeguamento e l'ampliamento del Presidio Ospedaliero di Avezzano e di Giulianova, l'adeguamento del Presidio Ospedaliero dell'Aquila e dell'ospedale di Atri.
Gli interventi previsti sul territorio consentono di adeguare e riqualificare distretti sanitari, ambulatori, strutture territoriali nelle diverse province.
E' previsto inoltre un intervento per il completamento di una struttura dedicata alla Medicina del Lavoro nella provincia di Pescara.
Sull'Accordo di programma la Conferenza Stato-Regioni ha sancito l'intesa nella seduta del 20 marzo scorso.

ECCO GLI INTERVENTI NEL DETTAGLIO

Questo l'elenco dettagliato degli interventi contenuti nell'Accordo:
Distretto sanitario Pescasseroli: arredi e attrezzature - importo 258.228,45 euro.
Poliambulatorio Raiano: realizzazione copertura e sistemazione esterna con acquisto arredi e attrezzature - importo 516.456, 90.
Struttura territoriale di Pratola Peligna: opera di completamento e acquisto arredi e attrezzature - importo 516.456,90.
Presidio ospedaliero di Avezzano: adeguamento fabbricato alle norme antincendio e rifacimento impianti elettrici, ampliamento e ristrutturazione terapia intensiva 9 posti letto - importo 5.389.133,27.
Distretto sanitario di Francavilla a mare, Guardiagrele e Ortona: interventi per il risparmio energetico dsb di Francavilla a mare - Chieti nonché acquisto arredi e attrezzature nel dsb di Ortona e Guardiagrele - importo 526.931,35.
Presidio ospedaliero di Lanciano: riqualificazione del presidio ospedaliero - importo 8.683.769,13.
Polo sanitario di Casalbordino - Fossacesia: completamento del polo sanitario di Casalbordino e Fossacesia - importo 1.549.370,70. Struttura territoriale dell'Aquila (Ex-Onpi): realizzazione Rsa nei locali del complesso ex Onpi del Comune dell'Aquila - importo 1.807.599,15.
Presidio ospedaliero dell'Aquila: realizzazione interventi di adeguamento locali polifunzionali e sale assemblee - importo 1.096.437,88.
Distretto sanitario Pescara (ex Ivap): adeguamento a norma e acquisto arredi e attrezzature – importo 619.748,28.
Distretto sanitario di Spoltore -Civitella Casanova: acquisto arredi e attrezzature nel dsb di Spoltore e Civitella Casanova - importo 619.748,28.
Presidio ospedaliero Pescara: reingegnerizzazione presidio ospedaliero di Pescara - importo 14.772.659,26. Medicina del Lavoro Tocco da Casauria: completamento della Medicina del Lavoro - importo 1.187.850,87.
Struttura territoriale Teramo (Casalena): completamento e recupero funzionale delle strutture e delle aree in località Casalena - importo 1.554.535,27.
Presidio ospedaliero di Teramo: adeguamento a norma e potenziamento presidio ospedaliero di Teramo – importo 18.353.833,46.
Presidio ospedaliero di Giulianova: ristrutturazione e ampliamento del presidio ospedaliero di Giulianova - importo 26.817518.62.
Presidio ospedaliero di Atri: adeguamento e conservazione del presidio ospedaliero di Atri - importo 6.498.876,56.

28/03/2008 13.52
[pagebreak]

IL MINISTRO TURCO A CASOLI? TAVANI(AN):«UNA BEFFA»


CASOLI. «Quasi una beffa». Così Antonio Tavani(An), sindaco di Fara San Martino, definisce la visita del ministro della Salute Livia Turco all'ospedale Consalvi di Casoli in programma domani pomeriggio, 29 marzo, alle 15.30.
«E' una visita – sottolinea l'esponente di Alleanza nazionale – assolutamente non utile alle sorti dell'ospedale, che oramai è a serio rischio chiusura, ma è pura campagna elettorale della candidata del Partito democratico in Abruzzo. Ciò nonostante – aggiunge Antonio Tavani – saremo lì ad accogliere il ministro, per far sentire la nostra voce e, soprattutto, il coro delle nostre proteste contro i tagli che stanno colpendo, e direi distruggendo, la sanità regionale e, in particolare, quella del nosocomio locale».
L'ospedale di Casoli è stato infatti già oggetto di forti riduzioni, sia di personale che di strutture, e nel futuro potrà essere ulteriormente ridotto.
Il Consalvi, in particolare, si è visto chiudere il reparto di Chirurgia e a breve potrebbe perdere anche quelli di Medicina e Geriatria, con la sola “sopravvivenza” di due reparti, per i quali sono comunque previsti tagli.
«Tutto questo – spiega ancora Tavani – grazie a un Piano sanitario scellerato che non ha tenuto in nessuna considerazione le esigenze dei cittadini dei piccoli centri dell'Abruzzo interno. Per questo – conclude il sindaco di Fara San Martino – invito tutta la cittadinanza di Casoli e dintorni ad essere presente oggi per accogliere il ministro Livia Turco e per dare un segno forte della nostra contrarietà alle scelte del centrosinistra, soprattutto dopo che sono venute e galla le false e vuote promesse del Piano sanitario regionale».

28/03/2008 13.52