Stabilimenti balneari: ecco le regole per l'estate 2008

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2280

Stabilimenti balneari: ecco le regole per l'estate 2008
ABRUZZO. La stagione estiva è ormai alle porte e tutti i proprietari di stabilimenti balneari stanno attrezzando le loro strutture. Questa sarà una estate caratterizzata anche da chiusure forzate, a seguito dei sequestri da parte delle autorità per presunti abusi edilizi. Almeno a Pescara. Non sono mancate nei giorni scorsi anche proteste.      
La giunta Regionale ha varato la consueta ordinanza che regola l'attività estiva balneare, gli orari di apertura e le modalità di esercizio delle attività commerciali.
Il periodo nel quale si possono esercitare le attività va dal 20 marzo al 30 ottobre secondo le norme amministrative dei rispettivi Comuni.
Dal 10 marzo sono partite le attività preparatorie e di allestimento delle aree in concessione e devono necessariamente concludersi entro il 15 maggio.
Dal 1° maggio al 30 settembre agli stabilimenti è consentita l'apertura al pubblico per prendere il sole mentre dal 1° giugno al 14 settembre per la balneazione, almeno dalle ore 9,30 alle ore 18,30.
Ogni stabilimento balneare, nell'arco della stagione deve comunque garantire la propria attività almeno dal 1° luglio al 31 agosto.
Sugli arenili in concessione è consentita anche l'installazione di ombrelloni "hawaiani" con un diametro massimo di 6 metri.
Prima dell'apertura al pubblico lo stabilimento deve ottenere la licenza di esercizio e l'autorizzazione delle competenti autorità; deve essere dotato di idonee sistemazioni antincendio nel rispetto della normativa vigente.
Inoltre i servizi igienici devono essere collegati alla rete fognante comunale e qualora siano utilizzate docce non dotate di idoneo sistema di scarico è vietato l'uso di shampoo o sapone.
Lunga la serie di divieti per balneatori e bagnanti: è vietato per tutto l'anno campeggiare con tende, roulottes, campers ed altre attrezzature o installare strutture, che ostacolino il passaggio dei portatori di handicap.
Così come è vietato realizzare qualsiasi opera, anche se di tipo amovibile e provvisoria, senza la preventiva autorizzazione dell'Autorità competente.
E' vietato anche occupare con qualsiasi impianto od attrezzatura non finalizzata al salvataggio la fascia di 5 metri dalla battigia, che deve essere lasciata in ogni caso sgombera per assicurare il più rapido soccorso ai bagnanti.
E' vietato condurre cani o altri animali d'affezione, anche se provvisti di museruola e guinzaglio, eccezion fatta per i cani-guida per non vedenti ed i cani in possesso di brevetto per il soccorso in acqua, condotti da personale parimenti abilitato. I Comuni, nelle aree destinate a spiaggia libera, possono individuare, con apposita Ordinanza, zone dove è consentito l'accesso con animali. Queste aree libere devono essere dotate di accesso indipendente.
Comunque, sarà consentito al titolare di ogni concessione demaniale di accettare l'accesso, di animali domestici di piccola taglia (6 – 7 Kg.), in regola con le vaccinazioni igienico-sanitarie previste, sotto uno o più ombrelloni posti in zona retrostante ovvero in posizione tale da non arrecare disturbo o disagio agli altri utenti.
Gli animali dovranno essere portati in braccio fino all'ombrellone assegnato e dovranno essere sempre mantenuti al guinzaglio sotto l'ombrellone.
E' vietato inoltre recare disturbo ai bagnanti con giochi con pallone, tamburello, racchettoni o esercitare attività commerciali sia in forma fissa che itinerante, pubblicità, attività promozionali.
Dovrà essere anche una estate all'insegna della tranquillità: sarà vietato, infatti, tenere alto il volume di apparecchi di diffusione sonora, nonché farne uso nella fascia oraria compresa fra le ore 13,00 e le ore 16,00
Sarà possibile, per i concessionari, previa autorizzazione, installare nello specchio acqueo antistante la propria concessione, entro il limite di trecento metri dalla battigia e in una profondità minima d'acqua di metri due, una sola piattaforma galleggiante esclusivamente prendisole della grandezza massima di 30 metri quadrati, ancorata al fondo mediante corpi morti insabbiati e potrà essere utilizzata esclusivamente nelle ore di balneazione – dalle ore 9.30 alle 18.30. E' vietato utilizzare la piattaforma per tuffi.
Nel periodo compreso fra le ore 23,00 e le ore 05.00 è vietato l'utilizzo delle spiagge in concessione e delle attrezzature balneari (sdraio, lettini, ombrelloni, ecc.), se non con il consenso del concessionario.
Nei giorni scorsi le associazioni di categoria avevano illustrato anche i prezzi consigliati per il noleggio di sdraio e ombrelloni. Prezzi solo indicativi, spetterà poi ad ogni singolo imprenditore decidere se rispettarli o meno.

27/03/2008 14.46

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/DOCUMENTI_LINK/LISTINO_DI_SPIAGGIA_FIBA_2008.pdf]IL LISTINO DEI PREZZI PROPOSTO DALLA FIBA PER IL 2008[/url]