Un orso in costume: ecco la mascotte di Pescara 2009

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4378

Un orso in costume: ecco la mascotte di Pescara 2009
PESCARA. Per tre giorni in Abruzzo per valutare i progressi dell’organizzazione e lo stato di avanzamento dei lavori nei vari cantieri. Il Comitato Esecutivo del Cijm, unitamente ai presidenti e membri delle commissioni internazionali hanno completato ieri i sopralluoghi degli impianti a cominciare dalla visita al Villaggio.
Ad accogliere la delegazione il presidente del Comitato Organizzatore Pescara 2009 Sabatino Aracu, il Sindaco di Chieti Francesco Ricci, l'assessore ai Lavori Pubblici Luigi Febo ed il direttore del cantiere Gianni Di Cosmo. E' stato illustrato lo stato dell'arte dei lavori ed è arrivata la conferma che il tutto sarà «ultimato nei tempi previsti».
La visita è poi proseguita, sempre a Chieti, presso il complesso polivalente PalaCus di via dei Vestini ed a Pescara presso lo Stadio Adriatico dove i rappresentanti dell'ATI, aggiudicataria dei lavori, hanno illustrato le procedure di ristrutturazione dell'impianto.
Oggi, invece, è stata presentata la mascotte ufficiale dei Giochi.
Un orso marsicano con costume da bagno, infradito ai piedi, maschera da bagno e pinne. E' questa la mascotte ufficiale ideata da Giulia Di Marco, un'alunna della scuola media Benedetto Croce di Pescara, vincitrice del concorso bandito proprio per ideare la mascotte.
La presentazione c'è stata oggi, alla presenza di Amar Addadi, presidente del Comitato internazionale dei Giochi del Mediterraneo (Cijm), di Sabatino Aracu, presidente del comitato
organizzatore, e Giovanni Lolli, sottosegretario allo Sport.
Addadi si e' detto particolarmente soddisfatto «perche' questa mascotte e' frutto dell'immaginazione di una bambina».
Mario Di Marco, direttore dei Giochi, ha fatto notare, invece, che la mascotte, come e' stata realizzata, rappresenta «la regione Abruzzo nel mondo».
Per assegnare un nome alla mascotte sara' promosso un altro concorso.
Incontrando i giornalisti sia Addadi che Aracu hanno sottolineato come sia stato ritrovato un clima di serenita', nella "squadra" che sta lavorando alla organizzazione dei
Giochi.
«La macchina dei Giochi del Mediterraneo del 2009, doveva uscire dal garage, dall'autofficina o dal box che dir si voglia. Ora lo ha fatto e non si deve fermare, deve continuare a camminare, non puo' rallentare», ha detto ancora Amar Addadi, esprimendo soddisfazione per il lavoro svolto negli ultimi quattro mesi che ha consentito di recuperare i ritardi
accumulati in passato.
Il compiacimento e il fatto di aver «ritrovato il sorriso» deriva anche dai buoni progressi registrati nella realizzazione del Villaggio per gli atleti, a Chieti, che «servirà anche dopo Pescara 2009, per l'Università».
Addadi ha annunciato che «l'ultimo periodo, prima dei Giochi, sarà intenso, per cui si deve lavorare di più, e sono necessari degli interventi anche allo Stadio e alle Naiadi di Pescara, sui quali si deve accelerare».
Il presidente del Cijm si e' augurato che «i problemi delle elezioni non interferiscano e non sconvolgano l'andamento dei lavori del comitato organizzatore. Deve continuare il clima di serenità che si è creato - ha ammonito - e sia Aracu che Lolli hanno garantito che questo accadrà» -ha detto sempre Addadi.
Positivi anche i commenti di Aracu il quale ha detto che «i Giochi hanno bisogno di serenità, e faremo di tutto per recuperare il tempo perso. Con fatica e determinazione abbiamo cercato di fare in modo che la politica fosse a disposizione dello sport».
Riferendo sul lavoro svolto in questi tre giorni a Pescara, Addadi ha poi spiegato che due
nuovi membri, due donne, sono state inserite nel comitato esecutivo, ed e' stato elaborato il regolamento interno del comitato.

«SONO ARRIVATI TANTI DISEGNI»

La grande mole di disegni inviati dagli studenti delle scuole medie della regione Abruzzo evidenzia le grandi aspettative dei ragazzi nei confronti di questo importante evento.
La valutazione dei lavori è stata effettuata da una Commissione interna del Comitato Pescara 2009. Dopo un'attenta selezione, 796 disegni in concorso sono diventati 100 e infine 20.
La vincitrice riceverà un Personal Computer, mentre la Scuola di appartenenza avrà in dotazione attrezzature sportive.

I DATI SULLA PARTECIPAZIONE

Al concorso hanno partecipato 28 Scuole Secondarie di 1° grado: 10 a L'Aquila, 9 a Chieti, 6 di Pescara, 3 di Teramo

I dati più interessanti provengono dall'Aquila e provincia.

• 117 giungono da un solo Istituto comprensivo dell'Aquila (Scuola Media “Alighieri” e Scuola Media di Paganica).
Un'alta partecipazione viene anche dalla provincia di Chieti; il numero più elevato di disegni:
• 60 dall'Istituto Comprensivo di Bucchianico (CH)
• 60 dalla Scuola Media “Umberto I” di Lanciano.

Un po'inferiore rispetto alle altre due, è stata l'adesione delle scuole di Pescara e Teramo.

LA MASCOTTE

La realizzazione della mascotte nasce dalla libera e fantasiosa interpretazione degli studenti. Da una ricerca sulle tecniche più utilizzate dagli studenti, con conoscenze appropriate e fantasia artistica, è emerso che la maggior parte (circa il 70%) ha usato la tecnica dei colori a pastello, mentre il 20% ha impiegato la tecnica ad acquerello e tempera, il restante 10% ha invece elaborato disegni con tecniche miste (colori a cera, collage, utilizzando materiali vari come perline colorate, carta, etc.).

I SOGGETTI PIU' DISEGNATI


Sono risultati gli animali. In primis l'orso (simbolo della Regione e del Parco Nazionale d'Abruzzo), poi il delfino, che ricorda sia il mare sia la mascotte della squadra di calcio del Pescara. Seguono disegni raffiguranti la fauna marina (cavallucci, polipi, etc.).
Questi disegni, ovviamente, lasciano intuire il particolare interesse dei giovanissimi nei confronti della natura e verso le peculiarità delle risorse territoriali della nostra Regione. Una ristretta percentuale, invece, ha disegnato personaggi dei cartoni animati.
Anche se uno solo è il premiato, tutti gli elaborati meritano una particolare attenzione e rimarranno patrimonio dei Giochi.



27/03/2008 15.10