Stabilizzazione personale, Tagliente (Fi), «vicende poco chiare anche all’Aptr»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2821

ABRUZZO. Dopo gli interventi sui criteri di reclutamento del personale Cococo in Regione, che ha portato all’apertura d’una indagine da parte della Procura dell’Aquila, il Consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Tagliente, tira in ballo anche l’Aptr. DIRETTORE APTR:«SOLO 3 DIPENDENTI SARANNO STABILIZZATI»
Le vicende sulla gestione del personale sembrano proprio interessare Giuseppe Tagliente, il consigliere di Forza Italia che oggi ritorna sull'argomento.
Questa volta, però, affronta la situazione dell'Agenzia predisposta alla promozione turistica della Regione e la tira in ballo in una interrogazione urgente rivolta all'assessore al Turismo Enrico Paolini.
Il consigliere sottolinea il problema di presunte irregolarità nella stabilizzazione dei Cococo.
«Pare infatti», scrive il consigliere di Forza Italia, «che siano stabilizzate persone che hanno maturato il periodo utile di 36 mesi di lavoro nel quinquennio, nonostante non avrebbe dovuto lavorare affatto in Aptr, in quanto escluse dalla graduatoria per non aver raggiunto il minimo dei voti nel concorso tenutosi nel 2002, che prevedeva assunzioni a termine di massimo 4 mesi».
Ma non solo, Tagliente vuole altri chiarimenti: «ciò sarebbe avvenuto», sottolinea, «a danno dei concorrenti che, vincitori di detto concorso, sarebbero stati tenuti spesso a casa, anche nei periodi d'alta stagione turistica, facendo viceversa lavorare gli esclusi dalla graduatoria, anche con contratti di 9 mesi, quindi in violazione del bando, che hanno poi così maturato il requisito alla stabilizzazione».
Adesso si attende la risposta dell'assessore preposto e nel caso in cui Tagliente non dovesse essere soddisfatto non è da escludere che darà ancora battaglia.

13/03/2008 12.22

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=14251]LA PROCURA INDAGA SUI CO.CO.CO ALLA REGIONE[/url]

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/xoopspoll/index.php?poll_id=7]IL NOSTRO SONDAGGIO: RACCOMANDAZIONI Sì O NO?[/url]

DIRETTORE APTR:«SOLO 3 DIPENDENTI SARANNO STABILIZZATI»

Non si è fatta attendere la risposta della Aptr con le spiegazioni del direttore Mario Eliantonio che ricorda come la legge 27 dicembre 2006 n. 296 all'art. 1 comma 558 preveda «la stabilizzazione del personale non dirigenziale in servizio a tempo determinato da almeno tre anni, anche non continuativi, o che sia stato in servizio per almeno tre anni anche non continuativi, nel quinquennio anteriore alla data di entrata in vigore della legge, vale a dire nel periodo dal 1 gennaio 2002 al 31 dicembre 2006».
Il Consiglio di Amministrazione dell' APTR, esperite le procedure di concertazione sindacale, con deliberazione n. 14 del 15 marzo 2007, nell'approvare il programma triennale del fabbisogno di personale per gli anni 2007/2008 e relativo fabbisogno operativo per l'anno 2007, ha deciso di procedere, per l'anno 2007, alla stabilizzazione di «n. 3 dipendenti a tempo determinato, appartenenti alla categoria C».
«Dopo l'emanazione delle direttive governative e in conformità alle stesse», ha spiegato Eliantonio, «sono state esperite le procedure per la stabilizzazione dei dipendenti che avevano avuto rapporti di
lavoro precario nel quinquennio 1 gennaio 2002 - 31 dicembre 2006 e in possesso dei requisiti prescritti della richiamata circolare ministeriale. Esperite tali procedure è risultato che soltanto tre dipendenti erano in possesso del prescritto requisito di anzianità di servizio».
Quanto alle modalità e criteri di utilizzazione della graduatoria nel corso del quinquennio 2002-2006 Eliantonio precisa che nell'anno 2002 l'Aptr ha indetto una selezione pubblica finalizzata alla creazione di distinte graduatorie da cui poter attingere per «le assunzioni di personale a tempo determinato presso gli uffici Iat e calI center e il Consiglio di Amministrazione, annualmente, ha stabilito il numero delle assunzioni e la loro durata, secondo le esigenze delle singole strutture e secondo le risorse finanziarie disponibili».
«Dalle graduatorie», spiega il direttore, «sono stati assunti di anno in anno dipendenti a tempo determinato secondo le indicazioni del Consiglio di Amministrazione. Si precisa che l'utilizzazione della graduatoria è stata effettuata dal 2003».

14/03/2008 8.17