Caramanico:«la differenziata aumenterà grazie al porta a porta»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1304

ABRUZZO. «La Regione è impegnata ad incentivare la raccolta differenziata secondo il sistema domiciliare, quello del cosiddetto "porta a porta", lasciando gradualmente il sistema della raccolta stradale».
Lo ha annunciato stamane l'assessore all'Ambiente, Franco Caramanico, presentando l'elenco dei Comuni abruzzesi che hanno avuto accesso ai contributi premiali erogati dalla Regione e finalizzati allo sviluppo e al miglioramento della qualità delle raccolte differenziate.
I dati di riferimento per l'attribuzione dei contributi premiali sono stati quelli documentati dal 2° rapporto sulle raccolte differenziate 2006. La somma complessiva dei contributi premiali è di 300.000 euro.
I Comuni che hanno avuto diritto ai contributi premiali hanno adempiuto al requisito fondamentale di una percentuale di raccolta differenziata, per l'anno 2006, pari o superiore al 40%.
«Oggi siamo ad una svolta nella politica di gestione dei rifiuti - ha sottolineato l'assessore - infatti la Regione ha una sua strategia grazie all'approvazione del Piano regionale di gestione dei rifiuti, potendo quindi contare sulla riduzione della produzione dei rifiuti, sull'incremento della raccolta differenziata e sulla produzione di energia».
Gli obiettivi sono quelli della riduzione del 5% della produzione di rifiuti e del 60% di raccolta differenziata entro i prossimi tre anni.
«La raccolta differenziata importa un beneficio economico ed ambientale - ha ricordato Caramanico - con la diminuzione dei rifiuti conferiti in discarica, la diminuzione dell'ecotassa ed il riciclo e riuso dei rifiuti».
L'assessore in proposito ha ricordato anche che la Regione ha espresso richiamo a 68 Comuni la cui percentuale di raccolta differenziata si attesta al di sotto del 6%.
«Abbiamo avvisato questi Comuni, esortandoli ad organizzarsi per un servizio efficiente di raccolta differenziata - ha precisato l'assessore - debbono infatti attenersi a quanto disposto dalla legge».
Il primato della raccolta differenziata con il 68% spetta al Comune di S.Egidio alla Vibrata (Teramo).
I Comuni che beneficeranno dei contributi premiali in totale sono venti: Barete, Capitignano e Villa S.Angelo, in provincia dell'Aquila, Castel Castagna, Colonnella, Martinsicuro, S.Egidio alla Vibrata, S.Omero e Torano nuovo, in provincia di Teramo, Cepagatti, Collecorvino, Manoppello, Nocciano e Tocco da Casauria, in provincia di Pescara, Castel Frentano, Cupello, Fara S.Martino, Orsogna, S.Giovanni Teatino e S.Martino sulla Marrucina, in provincia di Chieti.

22/01/2008 15.00