Lavori pubblici. Srour:«oltre un miliardo di euro in due anni»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1247

ABRUZZO. Oltre un miliardo e 100 milioni di euro resi disponibili nel biennio 2006-2007; circa 55 milioni di economie destinati ai piccoli Comuni abruzzesi. L'assessore ai lavori pubblici, aree urbane e servizio idrico integrato, Mimmo Srour ha tracciato così, questa mattina, il bilancio del biennio appena trascorso.
Ha sottolineato come solo il 20 per cento dei lavori finanziati sono stati appaltati dagli enti periferici e, preannunciando la nascita di una "task force" in Regione per aiutare a superare le difficoltà legate agli appalti pubblici. L'unica terapia al momento somministrabile per evitare di mandare in fumo somme ingenti.
«Molto spesso - ha commentato l'assessore Srour - queste difficoltà sono legate a carenze di strutture tecniche periferiche o al fatto che il contenzioso è sempre dietro la porta per cui i tempi si allungano notevolmente. Pensiamo al tempo necessario per uno esproprio. Non voglio, quindi, addossare colpe a nessuno ma insieme dobbiamo riuscire ad accelerare i tempi di queste procedure. Di questo abbiamo parlato di recente in una riunione del Ce.RE.MO.CO (Centro regionale di controllo e monitoraggio) dove sono rappresentati tutti i portatori d'interesse e la proposta di creare una task force sembra aver raccolto largo consenso».
In particolare, Oltre 26 milioni di euro sono previsti per infrastrutture e servizi, 748milioni e 900mila per l'edilizia residenziale e aree urbane, più di 5milioni per opere idrauliche e gestione fiumi, quasi 45 milioni per la difesa del suolo, 244 per ciclo idrico integrato e 34 milioni per opere pubbliche di interesse locale.
Infine, i finanziamenti per i piccoli Comuni: 80mila euro a tutti i centri con meno di 1000 abitanti e 110mila ai Comuni tra mille e 5mila abitanti.
«Si tratta di finanziamenti statali non spesi che abbiamo recuperato - ha precisato Srour - che verranno distribuiti fra tutti i piccoli comuni abruzzesi, indistintamente. I sindaci stanno già aspettando. Sicuramente il consiglio regionale darà presto la sua fiducia per consentire ai primi cittadini di spendere queste somme per interventi a carattere urbano».

09/01/2008 14.49