Trasporti. «Nel 2008 subito razionalizzazione delle Aziende pubbliche»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1398

ABRUZZO. E' tempo di bilanci per la Federazione Trasporti della Cisl abruzzese che ha riunito il proprio quadro dirigente nel consueto Consiglio Generale di fine anno.
Ai lavori ha partecipato il Segretario Generale dell'unione dei sindacati Abruzzo Maurizio Spina.
Nella relazione introduttiva il Segretario Generale della Fit, Alessandro Di Naccio, ha ricondotto a sintesi molte delle tematiche che rappresentano il presente ed il futuro immediato del comparto, dalla crisi del settore ferroviario (specie per quel che riguarda il servizio regionale) allo stato di salute delle Aziende del Tpl, passando per le motivazioni alla base dello sciopero nazionale dell'intero settore previsto per il prossimo 28 gennaio.
Per Di Naccio rimane comunque prioritario portare a compimento il progetto dell'Azienda unica regionale, da concretizzarsi non attraverso una holding ma con una vera e propria fusione tra Arpa, Gtm e Sangritana (per quest'ultima si è ancora in attesa di un definito piano industriale che possa finalmente rilanciare l'Azienda e razionalizzare le spese), nonché la previsione di un unico bacino regionale da mettere a gara nell'ambito della liberalizzazione del settore.
La Fit Abruzzo conferma inoltre la necessità di evitare gare che separino il servizio commercialmente appetibile per utenze ed introiti da quello più prettamente sociale, specie nelle aree deboli della nostra Regione.
Questi saranno i principali temi che già nei primi giorni del prossimo anno verranno posti come elementi da discutere nell'ambito della concertazione

21/12/2007 11.15