5 per mille, ecco le associazioni abruzzesi che ne beneficiano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2097

ABRUZZO. Ammonta a circa 1.300.000 euro la somma attribuita per il 2006 agli enti del terzo settore del territorio abruzzese, a seguito della scelta sulla destinazione del 5 per mille dell'Irpef operata dai contribuenti residenti, e non, in Abruzzo.



ABRUZZO. Ammonta a circa 1.300.000 euro la somma attribuita per il 2006 agli enti del terzo settore del territorio abruzzese, a seguito della scelta sulla destinazione del 5 per mille dell'Irpef operata dai contribuenti residenti, e non, in Abruzzo.

A distribuirsi la somma sono stati 306 soggetti che nella regione hanno rispettato i requisiti per fruire del contributo erogato a favore degli enti che svolgono attività con finalità sociali e solidaristiche.
Più in particolare, si tratta di onlus, per il 40%; di Cooperative sociali, per il 23%; di organizzazioni di volontariato, per il 20%; di Associazioni di promozione sociale, per il 7%; e infine di Associazioni e Fondazioni riconosciute per il 10%.
A contendersi il podio della fiducia dei contribuenti sono: la Caritas Francescana, che con 2.113 scelte si vedrà attribuire contributi per oltre 56 mila euro; la Fondazione Negri Sud, che con 1.543 scelte otterrà contributi superiori ai 33 mila euro e l'associazione Anffas di Avezzano, che con 1.328 scelte potrà contare, invece, su un contributo di oltre 32 mila euro.
L'associazione A.G.B.E. dei genitori bambini emopatici ha ricevuto 1.211 preferenze e potrà così beneficiare di 31.300 euro.
Segue a ruota l'associazione Focolare Maria Regina con 1.019 preferenze e poco più di 21 mila euro.
La scuola cani salvataggio Abruzzo ha conquistato la fiducia di 389 persone riuscendo così ad ottenere 9.857 euro.
Al nucleo cinofilo da ricerca, invece, appena 7 preferenze e poco più di 140 euro.
64 persone hanno dato piena fiducia alla Fondazione in Veritate et Charitate, dell'ex vescovo di Pescara Cuccarese nonostante le recenti indagini giudiziarie della polizia.
Saranno quindi 1.290 gli euro su cui potrà contare.
Appena 600, invece, gli euro che arriveranno nelle casse della Fondazione Pescarabruzzo (ex fondazione Caripe).
Gli abruzzesi hanno poi deciso di premiare le Avis (più di 10 mila euro tra quella di Civitella Roveto, Capistrello, Nocciano e Penne) e la Protezione civile, con 17 mila euro totali per le diverse zone del territorio.
Quella che invece riceverà di meno è la Prada cooperativa sociale di Teramo, che con una preferenza si è aggiudicata 9 euro e 46 centesimi.

GLI ESCLUSI

La Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate dopo un attento controllo sulle diverse tipologie di dichiarazioni fiscali ha portato all'esclusione di 186 soggetti per mancanza dei requisiti o per presentazione tardiva della documentazione prevista.
Tra queste la Associazione sportiva dilettantistica che aveva ricevuto
287 preferenze e quasi 3mila euro o la Diogene Società cooperativa sociale che dovrà rinunciare a 6mila euro.
Escluse dall'assegnazione del 5 per mille anche la Fondazione Università Gabriele D'Annunzio (che aveva ricevuto 88 preferenze per 5.631,46 euro) e l'Arco, l'associazione che tutela i diritti dei consumatori (47 preferenze per un totale di 1.149,31 euro).
In totale sono più 223.301, 76 gli euro che non verranno consegnati alle associazioni ma che resteranno a disposizione delle Stato.
Per alcuni casi si sono aperti dei contenziosi al Tar, e in casi di vittoria ogni associazione potrà riprendersi il 5 per mille che gli spetta.

01/12/2007 14.07

L'ELENCO COMPLETO DEI BENEFICIARI AMMESSI AL 5 PER MILLE


L'ELENCO COMPLETO DEI BENEFICIARI NON AMMESSI