Giochi del Mediterraneo coincidono con Universiadi: «è un problema»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1231

Giochi del Mediterraneo coincidono con Universiadi: «è un problema»
PESCARA. Proseguono a pieno ritmo le attività generali di organizzazione per la XVI edizione dei Giochi del Mediterraneo 2009. E dopo l'ok definitivo arrivato dal comitato internazionale sorge un nuovo problema. La manifestazione sportiva, infatti, coinciderà per alcuni giorni con le Universiadi di Belgrado. Di Marco: «è un problema»
Ieri, presso gli uffici del Comitato Organizzatore si è tenuta un'importante riunione fra esponenti del Comitato Organizzatore ed il mondo sportivo regionale.
Il meeting di lavoro - fra il presidente di "Pescara 2009", Sabatino Aracu, il coordinatore del Comitato di Supervisione Giovanni Lolli ed i vertici regionali del Coni con la partecipazione di tutti i presidenti delle Federazioni delle discipline sportive – è stata l'occasione, da parte di Aracu e Lolli e del direttore Mario Di Marco per riferire ai partecipanti le ultime, positive novità emerse dopo la recente visita a Pescara del Presidente Internazionale Ad dadi.
Si sono poi discussi gli aspetti sportivo-organizzativi che restano ancora da sviluppare per la migliore riuscita dei Giochi.
Numerosi gli argomenti toccati dal sottosegretario Lolli e una doverosa costatazione: «la data dei Giochi e quella delle Universiadi di Belgrado per qualche giorno vanno a sovrapporsi, i due eventi, così importanti e prestigiosi, meriterebbero periodi di svolgimento differenti».
Il sottosegretario Lolli ha inoltre sottolineato «l'importanza di una collaborazione concreta con le federazioni del territorio: tutto quello che può venire come suggerimento ben venga. Nel periodo dei Giochi occorre fare attività che rientrano esclusivamente nel programma di "Pescara 2009" ma prima è possibile proporre attività anche di federazioni che non rientrano nel programma dei Giochi ma comunque importanti come propaganda ai Giochi stessi».
Il presidente Aracu, ha evidenziato come «non si può parlare di volontariato se non coinvolgendo le federazioni locali. I migliori volontari infatti devono venire della federazioni sportive: sono loro che conoscono meglio di ogni altro il modus operandi di ogni disciplina».
«Le federazioni locali, poi, dovranno essere protagoniste nella gestione dei Giochi con idee e consigli».
L'intervento del Direttore Di Marco ha concluso il meeeting di lavoro
: «sottolineo come le date dei Giochi del Mediterraneo e delle Universiadi, sovrapposte, siano un problema. Per quanto riguarda il discorso con le federazioni locali, stiamo già lavorando con loro e abbiamo già alcune proposte per realizzare dei test event in prossimità dei Giochi ed ogni idea in tal senso è ben accetta».
Di Marco ha poi sottolineato che ad oggi la sede per lo svolgimento della Boxe è ancora da definire alla luce di quanto detto dalla commissione tecnica nel corso dell'ultima riunione dei membri del CIJM la quale ha ribadito che la boxe «non potrà avere luogo ad Avezzano».

LA RIQUALIFICAZIONE DELLE NAIADI

Si è svolta ieri mattina la seduta conclusiva della conferenza dei servizi relativamente alla riqualificazione funzionale del primo lotto del complesso turistico sportivo "le Naiadi" di Pescara.
Nella seduta sono stati acquisiti pareri, suggerimenti, nulla osta dai
26 soggetti coinvolti che hanno espresso parere favorevole sul progetto. A livello tecnico i suggerimenti riguardano adeguamento impiantistica e normativa, anche in riferimento alla XVI edizione dei Giochi del Mediterraneo.
In particolare alcuni interventi prevedono il rifacimento delle coperture relative alle due piscine (25x10 e 25x16), adeguamento normativo relativo all'impianto tecnico, norme antincendio e sanitarie. Si prevede l'ampliamento del bordo vasca della piscina (50x20), manutenzione straordinaria della struttura in cemento armato della gradinata e piscina da 50x20.
I finanziamenti concessi dalla giunta regionale sono di 1.450mila euro.
Riguardo ai tempi il passo successivo sarà la ratifica degli accordi di programma da parte del consiglio comunale che darà l'avvio alla gara di appalto dei lavori. La durata dei lavori è prevista in 8 mesi a partire dal prossimo gennaio, al più tardi entro al fine del 2008 saranno conclusi tutti gli interventi.
Nell'ipotesi in cui gran parte dei lavori venissero ultimati entro i primi di giugno, potrebbe esserci spazio per l'unica tappa ufficiale del Campionato italiano di nuoto per diversamente abili in programma dal 19 al 22 giungo 2008.
«Sono soddisfatto per la conclusione di quest'iter – ha commentato il vice presidente della giunta regionale con delega allo sport, Enrico Paolini - che finalmente ci consente di restituire alla città una struttura sportiva di livello nazionale, anche alla luce della competizione dei Giochi del Mediterraneo 2009. Una preziosa occasione per rilanciare una struttura, per anni fiore all'occhiello delle città di Pescara e Montesilvano e della regione».

27/11/2007 9.22