Santiago de Compostela e l'Abruzzo per il Turismo Religioso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1726

ABRUZZO. L'Abruzzo ha presentato il suo programma di promozione turistica "Culto e Cultura in Abruzzo" a Santiago de Compostela in occasione della serata Abruzzo.
L'evento ha anche sancito l'avvio di una stretta collaborazione tra la Galizia e la nostra regione per progetti congiunti di promozione e valorizzazione dei rispettivi territori. La firma del Protocollo d'Intesa tra il Comune di Lanciano, ente capofila di Culto e Cultura in Abruzzo, il Gal Marsica e IN Fiera e il Gal Portodemouros della Galizia, ha posto concrete basi per mutuare l'esperienza del territorio spagnolo in termini di incoming, dalla costruzione dei percorsi alla creazione di strutture ricettive sostenibili, in Abruzzo.
La delegazione ha infatti avuto modo di vedere da vicino sia l'applicazione dei progetti di sviluppo sul territorio rurale sia il risultato di una mirata e decisa azione di promozione delle eccellenze religiose legate ai percorsi giacobei. Gli amministratori e gli operatori abruzzesi presenti hanno potuto così cogliere le similitudini tra i due territori e soprattutto le grandi potenzialità in termini turistici, in parte ancora inespresse, dell'Abruzzo religioso e culturale. La delegazione era composta dagli assessori al turismo delle province di Pescara e di Chieti, Paolo Fornarola e Panfilo Di Silvio, dal direttore del Gal Marsica, Carlo Floris, e dai rappresentanti dei Comuni di Lanciano, Ortona, Manoppello, Casalbordino, Bucchianico, Orsogna, della Comunità Montana Valle Roveto e dell'Unione dei Comuni Città della Frentania e Costa dei Trabocchi.
«La creazione di una partnership tra il nostro Gal Marsica e quello galiziano di Portodemouros- ha sottolineato Enzo Giammarino, presidente di In Fiera- porterà a breve a nuove opportunità di sviluppo turistico del nostro territorio».
Il prossimo appuntamento per il Turismo Religioso è il 6° Italian Workshop Culto e Cultura che si svolgerà il 30 novembre a Lanciano nel palazzo dell'Arcivescovado. Appuntamento professionale in cui gli operatori della domanda, Tour Operator e Uffici Diocesani Pellegrinaggi provenienti da tutta l'Italia, incontrano quelli dell'offerta per commercializzare il prodotto religioso-culturale.
«Il workshop a Lanciano è diventato un importante appuntamento – rileva il sindaco Filippo Paolini- per tutti quelli che operano nel turismo religioso e per quanti vedono nell'Abruzzo una destinazione capace di soddisfare le esigenze di ogni turista».

27/10/2007 9.24