Carceri d'Abruzzo «sovraffollati», e il 62% dei detenuti è malato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1306

PESCARA. Le carceri di Sulmona, Lanciano e Teramo superano la capienza regolamentare e l'epatite C colpisce un detenuto su tre: lo afferma uno studio della Società italiana di medicina e sanità penitenziaria (Simspe). La società cita in proposito un'indagine condotta da Gfk Eurisko in 25 istituti di pena italiani.


PESCARA. Le carceri di Sulmona, Lanciano e Teramo superano la capienza regolamentare e l'epatite C colpisce un detenuto su tre: lo afferma uno studio della Società italiana di medicina e sanità penitenziaria (Simspe). La società cita in proposito un'indagine condotta da Gfk Eurisko in 25 istituti di pena italiani.


Al 31 agosto scorso nei sette istituti penitenziari abruzzesi si contavano 1.288 detenuti, dei quali 27 donne, a fronte di una capienza regolamentare di 1.498 posti.
Stando ai numeri nei penitenziari di L'Aquila e Teramo, il 62% dei detenuti ha una patologia che necessita di un intervento medico. Il 43,5% di questi ha problemi psicologico-psichiatrici e il 28,3% ha una malattia virale cronica.
Tra le malattie virali croniche l'epatite C è al primo posto.
Numeri nient'affatto incoraggianti che mostrano tutta la drammaticità di spazi angusti e ancora più difficili da sopportare viste le condizioni fisiche dei detenuti.
Massiccia la presenza di stranieri: al 30 giugno scorso, per quanto riguarda gli extracomunitari, la nazionalità maggiormente presente negli istituti penitenziari della regione era quella albanese, seguita dalla marocchina. Al terzo posto gli ex jugoslavi.
La fascia d'età maggiormente presente è quella tra i 35 e i 39 anni, seguita da quelli tra i 30 e i 34 anni.
Quanto ai singoli istituti, al 31 agosto a Chieti erano presenti 83 detenuti su una capienza regolamentare di 92. A Lanciano ce n'erano
218 su una capienza regolamentare di 204.
A L'Aquila 119 su una capienza di 205. A Pescara 148 detenuti su 298 posti regolamentari. A Sulmona 313 detenuti su una capienza regolamentare di 270. A Teramo 294 su 231 posti regolamentari e a Vasto 113 su 198

03/10/2007 9.39