Dopo sei anni il volontariato abruzzese nuovamente a confronto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1084

L’AQUILA. Il Volontariato abruzzese a confronto, con la terza Assemblea regionale delle Organizzazioni del settore, che si terrà a l'Aquila il 13 ottobre prossimo nella Sala Michetti del Palazzo dell'Emiciclo del Consiglio Regionale a partire dalle ore 9,00.
L'evento, promosso dalla Conferenza Regionale del Volontariato( l'Organismo di rappresentanza del volontariato previsto dall'art. 8 della LR 37/93) di concerto con l'Assessore regionale alle Pari Opportunità ed al Volontariato, Valentina Bianchi, è stato presentato questa mattina in conferenza stampa.
«Ciò che noi rappresentiamo sta a cuore a questa Giunta e a questo Assessorato - ha esordito Silvia D'Alessandro, Presidente della Conferenza regionale - e per questo intendo, prima d'ogni cosa, ringraziare l'assessore Valentina Bianchi. Tutto il volontariato è un'importante risorsa per la società, ed è per questo che stiamo cercando di radicare reti di rappresentanza sul territorio. Per dire no alla povertà - ha spiegato d'Alessandro - per anticipare i bisogni, ed offrire i servizi».
La Conferenza Regionale è l'organo istituito dalla normativa regionale al fine di garantire la piena partecipazione consultiva delle organizzazioni di volontariato alla vita della Regione. Essa, infatti, su richiesta del Presidente della Giunta regionale, esprime pareri obbligatori su proposte di legge, programmi e direttive, sulle materie che interessano i campi di intervento delle Organizzazioni di volontariato, formula, inoltre, proposta per la promozione e lo sviluppo del volontariato in collaborazione con i Centri di servizio per il volontariato. L'Assemblea Regionale rientra tra gli adempimenti individuati dalla legge regionale 37/93 sul Volontariato laddove prevede che «Il Presidente della Giunta Regionale, avvalendosi della Conferenza, indice, almeno una volta ogni due anni, l'Assemblea Regionale delle Organizzazioni di Volontariato per la valutazione degli indirizzi regionali in ordine alle politiche sociali, ai rapporti tra organizzazioni di volontariato e istituzioni».
«Dal momento che la precedente Assemblea regionale si è svolta nel 2001, è apparsa condivisa ed evidente la necessità di creare una occasione per ritrovarsi, rappresentanti del Volontariato e delle Istituzioni, - ha ripreso il Presidente - a riflettere sui cambiamenti che hanno investito, in questi ultimi anni, il mondo del volontariato italiano, ed abruzzese in particolare, e quindi a confrontarsi sulla sua identità nonché sul futuro dell'azione solidale, al fine di aprire una fase di attenta riflessione sul ruolo politico del Volontariato e sulla sua capacità di intervenire per prevenire il disagio e promuovere la coesione sociale».
«La Conferenza del volontariato viene riconosciuto come soggetto istituzionale - ha precisato l'assessore Bianchi - in quanto svolge un ruolo fondamentale nella società, soprattutto ora che è travolta da un vortice di aumento di forme di disuguaglianze. E come tale, il soggetto istituzionale, va non solo riconosciuto, ma anche ascoltato e sostenuto. Fondamentale in tal senso - ha sottolineato Bianchi - è la riforma della legge 37. La Regione è con voi - ha aggiunto l'Assessore - affinchè possiate raggiungere il massimo del successo».

Questi gli appuntamenti provinciali previsti: 7 settembre, ore 18.00, presso il CSV di Teramo in Via Piane D'Accio; 10 settembre, ore 18,00, presso la Sala Figlia di Jorio della Provincia di Pescara; 14 settembre, ore 18,00 a Guardiagrele (CH); 22 settembre, ore 15,00 presso il Palazzetto dei Nobili, Via Delle Aquile a L'Aquila. La rappresentanza e le reti del volontariato, la formazione dei volontari, il rapporto tra Volontariato e Terzo Settore, volontariato e risorse economiche, volontariato e globalizzazione, ed infine la riforma della LR 37/93, sono i temi da dibattere nella sedi provinciali.

05/09/2007 13.01