Sanità, Consiglio di Stato: «legittima delibera su farmaci»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1269

ABRUZZO. Anche il Consiglio di Stato ha riconosciuto la legittimità del provvedimento varato lo scorso ottobre dalla Giunta regionale in materia di assistenza farmaceutica, respingendo il ricorso in appello di Astrazeneca spa.
Lo ha reso noto l'assessore alla Sanità, Bernardo Mazzocca. Astrazeneca si era appellata al Consiglio di Stato avverso l'ordinanza del Tar dell'Aquila, che aveva già respinto l'istanza di sospensione cautelare della delibera di Giunta che conteneva interventi urgenti relativi all'assistenza farmaceutica.
Con il suddetto atto, l'Esecutivo introduceva limitazioni alla quantità e alla qualità del farmaco prescritto a carico di alcune categorie terapeutiche, con alti tassi di inappropriatezza prescrittiva. «La decisione del Consiglio di Stato - ha commentato soddisfatto l'assessore Mazzocca - è a tutti gli effetti il riconoscimento della legittimità e della congruità dell'azione regionale in materia di assistenza farmaceutica, presa, tra l'altro, come esempio da altre regioni come le Marche e la stessa Toscana».
Sempre secondo l 'assessore, la sentenza riconosce, implicitamente alle regioni, un ambito di competenza diverso e complementare a quello dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa), in relazione al nuovo ruolo assunto sul piano economico-finanziario di rispetto dei limiti di spesa sanitaria e farmaceutica prefissati dalle norme statali.
«Il dispositivo quindi - conclude Mazzocca - proclama la non sussistenza del danno alla salute come paventato dalla controparte e, anzi, ne controprova l'esatto contrario»
19/06/2007 11.19.13