Turismo. Danilo Di Luca gregario dell’Abruzzo per la Bit 2008

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1422

Turismo. Danilo Di Luca gregario dell’Abruzzo per la Bit 2008
ABRUZZO. Sarà Danilo Di Luca il testimonial dell'Abruzzo alla prossima Borsa internazionale del turismo di Milano. Lo ha annunciato l'assessore al Turismo, Enrico Paolini, nel corso della conferenza stampa che ha festeggiato il ciclista di Spoltore vincitore della 90° edizione del Giro d'Italia. Di Luca è stato accolto, nella sede della Regione, dall'assessore Enrico Paolini, incontrando, nella sua prima uscita ufficiale dopo la vittoria al Giro, giornalisti e sportivi abruzzesi. LA VIGNETTA DI GIO
«E' questo l'Abruzzo che ci piace - ha detto Paolini - ed è per questo motivo che ho chiesto a Danilo di essere il testimonial della Regione Abruzzo al prossimo appuntamento turistico internazionale della Bit di Milano. Di Luca non ha avuto esitazioni confermando la sua grande disponibilità a promuovere l'immagine dell'Abruzzo».
E in questo senso, l'assessore Paolini ha anticipato che un altro grande campione abruzzese, Jarno Trulli, domenica ha annunciato una sorpresa al Gran Premio del Canada per festeggiare la maglia rosa Danilo Di Luca.
L'assessore al turismo ha poi consegnato a Di Luca una targa ricordo della Regione Abruzzo e l'atleta ha contraccambiato donando alla Regione la sua maglia rosa. Dal canto suo, un emozionato Di Luca ha parlato della vittoria al Giro d'Italia come il compimento «di un'annata straordinaria partita con la Liegi-Bastogne-Liegi. Vi posso dire - ha proseguito - che vincere il Giro d'Italia è la cosa più bella che un ciclista potrebbe augurarsi ed è per questo che voglio condividere con gli sportivi abruzzesi questo momento».
Di Luca e Paolini hanno poi presentato la prima edizione del Criterium degli assi in programma domenica nel circuito cittadino di Chieti. Saranno presenti tutti i protagonisti dell'ultimo Giro d'Italia e Danilo Di Luca correrà in rosa. Lo stesso Di Luca ha poi auspicato, rivolgendosi a Paolini, che si avvii l'organizzazione anche della seconda edizione in modo da poter far diventare il Criterium un appuntamento fisso nel calendario del ciclismo internazionale.

07/06/2007 16.22