L’Accademia dei Georgofili visita l’Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1192

ABRUZZO. Per quattro giorni una rappresentanza dell’antica istituzione fiorentina alla scoperta delle caratteristiche territoriali ed agricole. L’assessore regionale all’Agricoltura Marco Verticelli: «un privilegio per la nostra Regione ospitare una delegazione dell’Accademia»
Quattro giorni abruzzesi per l'Accademia dei Georgofili. In questi giorni una sua nutrita rappresentanza di oltre trenta esperti, si trova in Abruzzo.
Sia l'assessore Verticelli, sia il direttore dell'Arssa De Falcis hanno fortemente voluto questa visita al nostro territorio, per portare all'attenzione dell'Accademia dei Georgofili le caratteristiche naturalistiche e le peculiarità pedoclimatiche e agricole che caratterizzano l'Abruzzo.
La visita dei Georgofili – iniziata domenica 3 giugno si concluderà questa sera– vede tra le principali tappe del programma, il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga con il suo “Centro Florisitico” di Barisciano (AQ), e la visita alla Cantina Tollo (CH) una delle realtà più rappresentative del panorama enologico regionale.
Nella giornata di lunedì la delegazione ha avuto l'opportunità di visitare il distretto della pasta di Fara San Martino (CH) con tanto di tour guidato nei pastifici.
Ieri è stata la volta del Fucino con visita a “Borgo Incile” (AQ), ad alcune aziende ortofrutticole dell'area, accompagnati da Donatantonio De Falcis, e dai dirigenti e funzionari dell'Agenzia che hanno illustrato le varie fasi del prosciugamento del lago e delle opere realizzate.
«Si tratta di una bella opportunità per la nostra Regione –ha dichiarato l'assessore regionale all'agricoltura Marco Verticelli – l'Accademia rappresenta una delle istituzioni più autorevoli e disinteressate del settore, per noi è un privilegio poter mostrare ad una loro delegazione la straordinaria differenziazione morfologica del territorio e quindi la capacità di produrre prodotti così diversi a distanze così brevi».
L'accademia, fondata a Firenze nel 1753, ha come unico obbiettivo il sostegno al progresso delle scienze, applicate al mondo dell'agricoltura, alla tutela dell'ambiente e del territorio agricolo, nonché allo sviluppo del mondo rurale. I membri dell'antica e prestigiosa accademia conducono studi e ricerche mediante i più aggiornati metodi, pubblicando periodicamente i risultati di questi sforzi. L'Accademia dei Georgofili è una delle realtà italiane più ammirate e conosciute al mondo nell'ambito della ricerca agricola.

07/06/2007 10.25