Esodo incentivato del personale della Regione: approvazione in commissione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1366



ABRUZZO. «Un importante passo in avanti per una legge attesa da gran parte del personale della Regione». Ne è certo l'assessore al personale, Giovanni D'Amico, dopo l'approvazione in seconda commissione del Consiglio regionale del disegno di legge sul cosiddetto "esodo incentivato" dei dipendenti regionali.
Ieri, infatti, con il voto favorevole dei componenti della maggioranza, l'astensione di quelli della minoranza e due voti contrari, la seconda commissione ha dato il via libera al disegno di legge che prevede incentivi economici e di anzianità pensionistica al personale amministrativo e dirigenziale della Regione che sceglie di andare in pensione.
«Il disegno di legge aveva ottenuto il via libera dei sindacati qualche settimana fa - ha precisato D'Amico -. Ora è toccata alla seconda commissione consiliare dopo che la settimana scorsa i capigruppo di maggioranza avevano raggiunto un accordo di massima con i sindacati stessi». Il disegno di legge licenziato ieri passerà alla discussione e approvazione dell'Aula nella prossima seduta ordinaria di maggio.
Il Capogruppo della Democrazia Cristiana alla Regione Abruzzo, Bruno Di Paolo, però, ha espresso qualche dubbio: «il progetto mostra evidenti lacune sulle quali la maggioranza ha preferito il solito atteggiamento ostruzionistico in relazione ad alcune proposte da me presentate».
Così come è stato licenziato dalla commissione, secondo Di Paolo, «il PdL porterà benefici solo ad un ristretto numero di persone, disinteressandosi completamente delle reali esigenze del personale della Regione».

27/04/2007 9.41