Imprese: Regione e Laboratori Fisica a sostegno delle aziende

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1131

ABRUZZO. Formazione e affiancamento alle imprese nei settori agroalimentare, chimico, elettronico, metalmeccanico, tessile, abbigliamento, calzature e servizi alle imprese sono tra gli obiettivi principali del protocollo d'intesa sottoscritto stamane tra la Regione, l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l'ente Abruzzo Lavoro. Nell'ambito del protocollo d'intesa un ruolo centrale viene affidato ai Laboratori nazionali del Gran Sasso.
Infatti gli esperimenti che si compiono presso questi Laboratori producono, oltre agli specifici risultati di ricerca cui sono finalizzati, un notevole fabbisogno di innovazione tecnologica ed organizzativa che genera applicazioni efficaci nei sistemi produttivi e di servizio.
Quindi obiettivo finale dell'intesa è quello di facilitare la diffusione presso le imprese regionali delle conoscenze, soluzioni tecnologiche ed innovazioni che i Laboratori nazionali del Gran Sasso hanno messo a punto.
Il protocollo sottoscritto s'inserisce nell'attuazione del Piano conclusivo delle attività del Por Abruzzo 2000/2006 e quindi saranno utilizzate risorse cofinanziate dal Fondo Sociale Europeo per un importo totale di 1.300.000 euro.

COSA SI E' STABILITO

Nel dettaglio le modalità d'intervento previste dal protocollo consistono in due azioni condotte in partenariato tra l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Abruzzo Lavoro e finalizzate ad individuare i fabbisogni di affiancamento ai processi di innovazione espressi dalle imprese regionali dei settori produttivi prescelti, la modellizzazione e sperimentazione di pratiche innovative di formazione continua e di affiancamento ai lavoratori e al management delle imprese. Inoltre sono previsti un intervento innovativo di formazione continua in modalità e-learning per settori produttivi predeterminati nell'ambito di un'azione di ricerca condotta da Abruzzo Lavoro in collaborazione con il Consortium Garr ed un intervento realizzato dai Laboratori nazionali del Gran Sasso rendendo disponibili venti Borse di Lavoro e Ricerca di durata annuale per creare alte professionalità tecniche e di ricerca, diffondere la conoscenza tecnologica, accrescere le opportunità di affinamento delle conoscenze.
Le attività previste dal protocollo avviate appena dopo la firma dell'intesa si concluderanno entro luglio 2008.
Le linee di azione che Regione e Abruzzo Lavoro hanno delineato nel protocollo d'intesa con l'istituto Nazionale di Fisica Nucleare sono cinque.

INNOVAZIONE E COMPETITIVITA'

Le prime due riguardano l'ambito del macroprogetto "Innovazione, competitività, governance" rivolto a promuovere Sistemi locali di offerta della formazione continua e del trasferimento di innovazione. Scopo della prima linea di azione è l'individuazione di un settore produttivo "pilota" caratterizzato dalla presenza di imprese ad elevata domanda d'innovazione, rispetto alle quali si procede ad un'analisi approfondita dei fabbisogni di formazione continua e di affiancamento per l'innovazione tecnologica e per il trasferimento dei risultati della ricerca e dello sviluppo. La seconda linea di azione riguarda la selezione e professionalizzazione di ricercatori del trasferimento dei risultati della ricerca e dello sviluppo e la promozione dello scambio internazionale di esperienze nell'ambito di percorsi di ricerca di giovani residenti in Abruzzo, laureati o specializzati in materie scientifiche.

E-LEARNING

La terza linea di azione riguarda la progettazione e sperimentazione di metodologie didattiche incentrate sull'e-learning e rivolte ad imprenditori e manager delle piccole e medie imprese, finalizzate a supportare l'innovazione del settore produttivo pilota ed il trasferimento di conoscenze attraverso l'esperienza dei Laboratori nazionali del Gran Sasso. La quarta linea di azione riguarda imprese che attuano direttamente attività formative per i propri lavoratori avvalendosi delle conoscenze e capacità dei Laboratori. La quinta linea di azione prevede la partecipazione dei Laboratori ad uno o più partenariato di attuazione dei percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore di cui saranno capofila. Le prime tre linee di azione avranno finanziamenti rispettivamente per 30.000 euro, 70.000 euro e 1.000.000 di euro, per un totale di 1.100.000 euro.
Le restanti linee di azione si avvarranno di un finanziamento di 200.000 euro.

«Per l'Abruzzo la giornata di oggi segna un momento alto, la firma del protocollo d'intesa è un atto di eccellenza utile a rafforzare la diffusione della conoscenza scientifica e dell'innovazione tecnologica, ingredienti indispensabili per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale regionale». Così l'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani, ha commentato la firma del protocollo con il presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Roberto Petronzio ed il direttore dell'ente Abruzzo Lavoro, Rita Del Campo.
Infine il presidente dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Roberto Petronzio, ha espresso «apprezzamento per l'Abruzzo che attraverso l'intesa rende fruibile al suo sistema produttivo l'esperienza maturata nei Laboratori del Gran Sasso, infatti proprio la condivisione di queste infrastrutture e della loro esperienza agevola la diffusione delle conoscenze e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in questo modo, può diventare portale delle numerose esperienze che si svolgono nei Laboratori nazionali».

20/04/2007 14.48