Lavoro, 10mln per gli ammortizzatori sociali in deroga

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

766

ABRUZZO. Dieci milioni di euro saranno destinati dalla Regione alla concessione o alla proroga dei trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria, di mobilità, di disoccupazione speciale, in deroga alla normativa vigente, per i lavoratori delle aziende abruzzesi (impiegati, quadri, intermedi e operai) che non possono ricorrere a questi strumenti ai sensi della normativa a regime.
Questo è quanto stabilito nell'accordo stipulato ieri dal Ministero del Lavoro e dalla Regione e sottoscritto dal sottosegretario di Stato al Lavoro, Rosa Rinaldi e dall'assessore alle Politiche del Lavoro, Fernando Fabbiani.
La somma immediatamente disponibile dei 10 milioni di euro è quella di 7 milioni e 500.000 euro, per interventi con decorrenza dal 1° gennaio 2007.
I lavoratori destinatari dei trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria in deroga devono avere almeno novanta giorni di anzianità presso l'impresa che procede alle sospensioni, mentre un successivo accordo quadro tra Regione e parti sociali definirà il numero di lavoratori destinatari dei trattamenti, l'utilizzo temporale degli stessi trattamenti ed il riparto delle risorse tra le situazioni di crisi occupazionale in corso.
Il controllo e la verifica dell'andamento della spesa complessiva sono demandati alla Direzione regionale del Lavoro, alla Regione, all'Inps e ad Italia Lavoro. L'erogazione dei trattamenti previsti dall'accordo è ritenuta incompatibile con ogni trattamento previdenziale o assistenziale connesso alla sospensione o cessazione dell'attività lavorativa, anche se con oneri a carico della Regione. L'assessorato al Lavoro ha calcolato che in Abruzzo sono 2450 i lavoratori che entro il 2007 usciranno da cassa integrazione guadagni straordinaria e dalla mobilità, ai quali si aggiungono i lavoratori dipendenti da piccole aziende con addetti in numero inferiore a quindici.
«E' un risultato molto positivo quello ottenuto con la sottoscrizione di questo accordo - ha commentato l'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani - soprattutto perchè riguarda un numero assai consistente di lavoratori che senza l'opportunità offerta da questo accordo sarebbero rimasti privi di occupazione e di indennità ed è importante esprimere gratitudine al Ministero del Lavoro per la celerità con la quale l'iter dell'accordo si è compiuto, soddisfacendo le attese dei lavoratori e della stessa economia regionale».
I fondi utili alle provvidenze previste dall'accordo sono stati posti a disposizione con apposite previsioni della legge finanziaria dello Stato 2007, previo accordo territoriale sottoscritto in sede Cicas nel febbraio scorso.
21/03/2007 16.22