La prossima convention sul turismo religioso a L’Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1421

ABRUZZO. Sarà L'Aquila la città che ospiterà a novembre la convention nazionale sul turismo religioso. Lo ha annunciato alla Bit di Milano il direttore generale dell'Opera romana pellegrinaggio, Padre Cesare Atuire, nel corso della conferenza stampa allo stand Abruzzo su L'Abruzzo nei cammini d'Europa.
La presentazione del progetto è una occasione importante per l'Abruzzo che vuole farsi largo nel settore del turismo religioso e l'appuntamento di novembre dell'Aquila rappresenta la prima importante iniziativa.
La collaborazione dell'Abruzzo con l'Opera romana di pellegrinaggio ha portato all'elaborazione di un progetto dal titolo "Abruzzo: crocevia della spiritualità", con il quale si delinea un percorso di fede attraverso i luoghi più suggestivi della spiritualità abruzzese.
Padre Cesare Atuire ha poi illustrato le direttrici di maggiore interesse sul turismo religioso.
«La prima - ha spiegato Padre Cesare - è la direttrice Traiana-Frentana che partendo da Rimini tocca centri come Giulianova, Ortona, Lanciano e Vasto».
Ma l'Abruzzo è in grado di presentare, come ha rilevato Padre Cesare, offerte sul turismo religioso di tutto rispetto, a cominciare dal Volto Santo di Manoppello, San Gabriele oppure i cammini di Celestino V.
«Il punto centrale - ha spiegato Padre Cesare - è fare sistema tra Roma e l'Abruzzo. Il pellegrino che raggiunge Roma deve essere messo in condizione di poter scegliere anche fuori dalla Città Santa e l'Abruzzo è in grado di presentare un'offerta turistica religiosa di tutto rispetto».

23/02/2007 15.03