Ticket, «ancora silenzio. La Giunta troppo impegnata a fare altro…»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1179

ABRUZZO. «Dei ticket non si parla già più. A quando il ritiro della delibera?» si interroga la Uil Pensionati. Sono passati dieci giorni dalla manifestazione di protesta contro i ticket sui medicinali, e da allora su questo argomento «è calato il silenzio, da parte della Giunta regionale», alla quale i sindacati hanno chiesto il ritiro della delibera che ha introdotto il nuovo balzello.
E' proprio questo silenzio a preoccupare la Uil Pensionati che con il segretario Giovanni Orsini, riprende l' argomento per chiedere che la delibera «venga immediatamente ritirata».
«Evidentemente», sostiene Orsini, «la Regione è stata presa, in questo periodo, da problemi più importanti ed urgenti (si legga spartizione di incarichi, aumenti di indennità, nomina dei vertici Abruzzo Engineering , ect.) per cui non ha ancora deliberato in merito».
Ma la Uil Pensionati ritiene che «ritirare i ticket sia solo il primo passo che l'esecutivo deve adottare per abbandonare la strategia delle tasse. E' giunta l'ora di eliminare sprechi e inefficienze, razionalizzare la spesa,responsabilizzare i medici di medicina generale e di base e sensibilizzare i cittadini».
La Uilp, con l'intero movimento sindacale e in rappresentanza degli interessi dei cittadini abruzzesi, annuncia che qualora la Giunta regionale «rimanga sorda al chiaro messaggio venuto dalla manifestazione del 10 febbraio proseguirà la lotta, con più incisive azioni di protesta».
20/02/2007 11.17