500 euro mensili per chi utilizza lavoratori lsu

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

996

ABRUZZO. La Giunta concederà un contributo pari a 500 euro mensili a fondo perduto, per un periodo di massimo 4 mesi, ai datori di lavoro ed agli enti già utilizzatori dei Lavoratori Socialmente Utili (LSU). Si tratta di coloro che non sono stati stabilizzati al 31 dicembre scorso. Lo ha ribadito l'assessore al Lavoro Ferdinando Fabbiani, nel corso del l’incontro con Settimio Ferranti, presidente dell'associazione "Dalla parte giusta per la tutela del cittadino" avvenuto oggi, a palazzo dell'Emiciclo.
Saranno riconfermati, inoltre, tutti gli incentivi per la stabilizzazione negli enti locali. I Comuni beneficiari dei contributi dovranno provvedere alla stabilizzazione entro aprile. L'Esecutivo inoltre sta per approvare, a breve, nell'ambito dello stesso provvedimento, un sussidio speciale del programma Pari (iniziativa cofinanziata dal Ministero del Lavoro) relativo al reimpiego dei lavoratori svantaggiati.
Si tratta di un impegno finanziario pari a 700 mila euro che stabilisce la proroga per quattro mesi di incentivi , già previsti in precedenza, rivolti sia alla stabilizzazione occupazionale (20 mila euro) che alla volontaria e definitiva fuoriuscita dalle attività socialmente utili( 26 mila euro). E' inoltre decisa la concessione, a ciascun lavoratore, di 1000 euro per l'attività di formazione. «Ricordo che le amministrazioni» , prosegue l'assessore, «avevano perso alla data del 31 dicembre 2006 gli incentivi e che se non provvederanno alla stabilizzazione la Regione si rifarà recuperando gli assegni Inps che ha anticipato».
Il contributo potrà essere richiesto dai datori interessati solo dopo che avranno provveduto alla stabilizzazione. La chiusura del bacino delle attività socialmente utili fu decisa dalla Giunta lo scorso 24 luglio, l'intervento, in generale, riguarda 154 unità lavorative.
22/01/2007 15.35