Si torna a parlare della Ski World Cup. Paolini: «La colpa non è nostra»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

980

L’AQUILA. «La Federazione italiana sport invernali ufficializzi la data e noi saremo pronti ad allestire la tappa abruzzese dello Ski World Cup». Lo ha detto l'assessore al Turismo, Enrico Paolini, intervenendo al convegno organizzato dalla Camera di commercio dell'Aquila su "Lo sviluppo turistico del territorio montano".
Paolini ha ribadito che «la vicenda dello Ski World Cup non può andare avanti in questo modo. I responsabili della Federazione italiana devono capire che sono cambiati gli interlocutori rispetto al passato e che questi interlocutori non vogliono intermediari. Detto questo - ha proseguito l'assessore allo Sport -, bisogna che la Federazione indichi la data della gara di Roccaraso. A quel punto, sarà nostra cura riunire intorno ad un tavolo tutti i soggetti pubblici e privati per l'allestimento e l'organizzazione della tappa dello Ski World Cup che, è bene chiarire, non è cosa da poco perché è necessario investire e impegnare una serie di somme di denaro pubblico, coinvolgere gli operatori del settore e confrontarsi con gli operatori dell'ambiente. Come si vede, dunque, si tratta di avviare un lavoro di concertazione che richiede certezze, la prima della quale è proprio la data di svolgimento della gara».
Nel corso del convegno, Paolini ha affrontato anche il problema dei dati dei flussi turistici «sui quali si rischia di fare molta confusione».
«E' indispensabile studiare insieme regole certe - ha detto - perché per dare credibilità ai dati dei flussi turistici c'è bisogno di criteri scientifici unanimemente riconosciuti e soprattutto indicare un periodo prestabilito nel quale renderli pubblici. I dati - ha concluso Paolini - comunicati in qualsiasi momento dell'anno fanno male al turismo».

29/11/2006 10.43