Giochi del Mediterraneo: nomine, riconferme e ridistribuzione dei poteri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1510

AGGIORNAMENTO 22 NOV ABRUZZO. Oggi riunione a Roma per discutere del riassetto del comitato organizzatore. Dall'Aquila invece giunge il blitz della maggioranza che ha approvato in extremis un emendamento per rendere nuovamente esecutivo il regalo di 8 milioni di euro ai costruttori del villaggio. In precedenza con un emendamento era stata eliminata questa possibilità. LE NOSTRE INCHIESTE



AGGIORNAMENTO 22 NOV


ABRUZZO. Oggi riunione a Roma per discutere del riassetto del comitato organizzatore. Dall'Aquila invece giunge il blitz della maggioranza che ha approvato in extremis un emendamento per rendere nuovamente esecutivo il regalo di 8 milioni di euro ai costruttori del villaggio. In precedenza con un emendamento era stata eliminata questa possibilità.


LE NOSTRE INCHIESTE


ROMA. Paolo Bellino, uno dei massimi responsabili di Toroc 2006, il comitato organizzatore delle Olimpiadi invernali di Torino 2006, è stato nominato dal Sottosegretario Giovanni Lolli componente del Comitato di supervisione dei Giochi del Mediterraneo.
Il manager è stato presentato oggi nel corso della prima riunione del Comitato di supervisione ai componenti dell'organismo.
La nomina di Bellino è stata salutata «come un grande segnale» dal presidente della Regione Ottaviano Del Turco, che ha parlato di «decisione molto importante da parte del Sottosegretario Giovanni Lolli che in questo modo ha dimostrato di avere a cuore le sorti dei Giochi avendo nominato un uomo come Bellino dalle riconosciute qualità organizzative e manageriali. Avevamo bisogno - ha proseguito Del Turco - di un professionista serio per avviare la vera fase organizzativa e lo abbiamo trovato».
Ma la nomina è tutt'altro che una sorpresa già abbondantemente annunciata oltre un mese fa.
Dalla riunione del Comitato di supervisione è arrivata anche la conferma che ieri è stato firmato il decreto che nomina Gaetano Fontana commissario ad acta dei Giochi del Mediterraneo 2009 (oltre due mesi fa aveva dato le dimissioni). Lo stesso Del Turco ha poi annunciato che «venerdì è previsto a Chieti un incontro tra i rappresentanti degli enti locali, le aziende interessate e il commissario Fontana per dare il via alla realizzazione del villaggio sportivo. Una conferma - ha concluso il presidente Del Turco - che ora si comincia a fare sul serio».
Novità anche sul fronte della revisione dello Statuto dei Giochi.
Secondo la bozza elaborata dagli uffici del Sottosegretario Giovanni Lolli, il Comitato di supervisione entrerà a far parte del Comitato organizzatore e nella revisione sono previsti una redistribuzione dei poteri.
Tutto secondo copione.

21/11/2006 13.52

DI STEFANO (AN): «VOTATO IL REGALO MILIONARIO AI PRIVATI»

«Vergognoso atteggiamento del centro-sinistra al momento del voto della legge sui Giochi del Mediterraneo – è quanto sostiene il Consigliere Regionale di AN Fabrizio Di Stefano – ed, in particolare, dell'esponente dei Ds Antonella Bosco che, con un emendamento, ha fatto rientrare dalla finestra ciò che era uscito dalla porta: cioè – prosegue Di Stefano – la possibilità di esonero per i privati dal pagamento degli oneri di urbanizzazione per la realizzazione del Villaggio dei Giochi di Chieti».
«Una maggioranza – sottolinea Di Stefano – compatta nel votare il provvedimento, primi fra tutti i Verdi e Rifondazione comunista, partiti che, fino all'altro ieri, si ergevano a paladini della moralità della politica e della difesa dell'ambiente».
«Abbiamo cercato sino all'ultimo di uscire dall'assemblea con un voto unanime – precisa Di Stefano – ma ciò non è stato possibile per la rigidità e la pervicacia del centro-sinistra nel difendere le proprie discutibili posizioni».
«Con la scelta compiuta oggi in Aula – conclude Di Stefano – non si rende un gran servizio all'Abruzzo e alla città di Chieti: una legge nata per sostenere un evento sportivo è diventata una faccenda di questioni edilizie».

Proprio al termine del Consiglio Regionale giunge la notizia di un'interrogazione del senatore De Gregorio circa la possibilità di una incompatibilità del sottosegretario Lolli quale coordinatore del Comitato di supervisione dei Giochi.
Il senatore si chiede se Lolli sia controllore o controllato e quale sia il ruolo effettivamente svolto dal sottosegretario allo sport.

21/11/2006 16.00

PAOLINI: «OTTIMA LEGGE»

«L'approvazione della legge che stanzia fondi per i Giochi del Mediterraneo e i Campionati europei di basket è per me motivo di grande soddisfazione, perché a questo primo risultato ho lavorato fin dall'inizio del mio insediamento».
Lo ha detto l'assessore allo Sport, Enrico Paolini, commentando la decisione del Consiglio regionale che ha dato il via libera alla legge che stanzia 4,5 milioni di euro per i Giochi di Pescara 2009 e un milione e 50 mila euro per gli Europei di Chieti del prossimo anno.
«Si tratta di un risultato importante - ha aggiunto l'assessore allo Sport - perché sui Giochi siamo riusciti ad aumentare di un milione di euro la posta un bilancio. E non è cosa da poco. Le polemiche sulla legge sollevate da Alleanza nazionale riguardano - spiega Paolini - solo l'emendamento che interessa il Comune di Chieti sugli oneri di urbanizzazione, che nella prima stesura non era previsto. Grazie soprattutto al prezioso lavoro di Antonella Bosco, che ha accolto le istanze che provenivano dall'amministrazione comunale chietina, si è riusciti ad elaborare un emendamento equilibrato che però non ha trovato in Consiglio il favore di tutta l'opposizione visto l'atteggiamento di An. Mi sembra comunque - conclude l'assessore allo Sport - che sulla parte fondamentale del Ddl, quella cioè relativa al finanziamento dei due eventi sportivi, ci sia stato sempre il gradimento di tutte le forze politiche presenti in Consiglio».

22/11/2006 10.44