L’Abruzzo esporta l’orso marsicano in Cina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1548

L’Abruzzo esporta l’orso marsicano in Cina
ABRUZZO. Una campagna di promozione e divulgazione, in collaborazione con la Cina, riguardante l'orso bruno marsicano ed il panda nell'ambito di 'Sino - Italian Green Week' progetto di cooperazione; ed ancora attività di promozione della natura abruzzese inerenti la tutela della biodiversità.
Sono queste le iniziative approvate dalla Giunta.
L'impegno di spesa è di 270.000,00 euro.
«L'Abruzzo - spiega l'assessore Franco Caramanico- considerato 'Regione verde d'Europa' ha maturato nella gestione ambientale un'esperienza che potrebbe essere utilmente esportata anche oltre i confini nazionali. E' da tempo - prosegue - impegnata sul fronte della valorizzazione del proprio territorio, anche attraverso la promozione di un'immagine aderente all'elevato livello della sua biodiversità, elemento riconosciuto a livello europeo con l'individuazione di Zone di protezione speciale e Siti d'importanza comunitaria per il 40% della superficie del territorio abruzzese».
«Una situazione che necessita di studi e monitoraggi utili sia per un'adeguata conoscenza del territorio, sia in quanto richiesti dalle Direttive Europee».
Il piano approvato dall'Esecutivo prevede anche l'acquisto di libri sulla natura, «rivolto esclusivamente al territorio abruzzese» aggiunge, la pubblicazione di un calendario con immagini naturalistiche, la realizzazione di un manuale sullo sviluppo sostenibile, la creazione di una carta delle vocazioni faunistiche che costituisce il supporto per il monitoraggio della fauna, richiesto anche dalle direttive europee.
La promozione del plantigrado marsicano si avvarrà anche dell'allestimento di una mostra, un documentario, e dell'organizzazione di conferenze stampa. Cara manico sottolinea l'esigenza di avviare progetti «non solo nelle aree protette ma in territori che abbiano importanza naturalistica di rilievo con studi, ricerche, pubblicazioni sulla natura e la sostenibilità ecologica». L'esigenza di promuovere criteri ambientali nella scelta di prodotti e servizi è stabilita anche nella Strategia di Azione Ambientale per lo sviluppo sostenibile,approvata dal CIPE nel 2002.
«Anche la legge Quadro del 1996 sulle aree protette per l'Appennino Parco d'Europa decreta che l'Ufficio Parchi proponga la realizzazione di campagne di educazione e sensibilizzazione dell'opinione pubblica alla conoscenza e rispetto del patrimonio naturale dell'Abruzzo anche attraverso pubblicazioni, o acquisto, o successiva distribuzione di materiale divulgativo».

18/11/2006 9.38