Incendio nel Parco Nazionale, potenziata la sorveglianza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

750


ABRUZZO. Un nuovo incendio doloso si è sviluppato nei giorni scorsi sulle montagne del Comune di Pescosolido nella Zona di protezione esterna del Parco Nazionale, nella porzione più alta e impervia del Vallone Lacerno a quota 1600 msl.
L'evento ha interessato una vasta area di circa 26 ettari e il Commissario Straordinario del Parco Giuseppe Rossi ha espresso una forte preoccupazione per il ripetersi di episodi dolosi «di incomprensibile e inaccettabile aggressione al Parco».
«La questione», ha dichiarato Rossi, «appare tanto più grave, non essendoci in questo momento particolari motivi di difficoltà tra Ente e realtà locali, che stanno positivamente operando di comune accordo su iniziative e progetti futuri».
Il Commissario ha concordato con la Direzione di potenziare la sorveglianza nella zona per evitare il ripetersi di questi atti e sorprendere eventualmente i responsabile per assicurarli alla giustizia.
L'Ente Parco ha ringraziato vivamente quanti si sono impegnati duramente nelle operazioni di spegnimento, in particolare il C.F.S. e il Dottor Priolo, il personale di Sorveglianza del Parco e i volontari accorsi in occasione dei due incendi.

11/11/2006 10.32