106 milioni per 4 grandi opere, una per provincia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

853

ABRUZZO. Circa 106 milioni di euro ripartiti tra le quattro province abruzzesi di cui almeno 15 destinati alla difesa della costa e al disinquinamento del fiume Aterno-Pescara.
I restanti novanta milioni saranno utilizzati per realizzare grandi opere infrastrutturali. Lo ha deciso la giunta regionale che ieri pomeriggio, a palazzo Silone, a L'Aquila, ha approvato la delibera avente per oggetto: "Deliberazione Cipe n.3/06 - Ripartizione delle risorse per interventi nelle aree sottoutilizzate- Rifinanziamento Legge 208/1998 - periodo 2006-2009. Riparto tra i settori regionali".
«Nella ripartizione dei fondi - ha commentato il Presidente Del Turco - abbiamo introdotto un'innovazione importante: quest'anno verranno utilizzati unicamente per quattro grandi interventi infrastrutturali, uno per ogni territorio provinciale e concordati direttamente con i Presidenti delle province abruzzesi. Le opere sulle quali la Regione intende sviluppare la sua strategia sarà quello della logistica e delle infrastrutture di mobilità, porti e strade».
Nei prossimi giorni verrà fissato un nuovo incontro con le Province per individuare i progetti da realizzare su ogni singolo territorio. Con questa scelta si è voluto invertire la tendenza a utilizzare i fondi con interventi a pioggia dando, invece, la precedenza alle priorità indicate al Ministro Di Pietro nel corso della sua visita in Abruzzo.

27/10/2006 9.03