Sindaci d'Abruzzo: tutti ''promossi'' tranne Mascia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3181

Sindaci d'Abruzzo: tutti ''promossi'' tranne Mascia
ABRUZZO. Umberto Di Primio (Chieti), Massimo Cialente (L'Aquila) e Maurizio Brucchi (Teramo) nella classifica dei primi cittadini più amati d'Italia. Non pervenuto Mascia.

E' quanto emerge dal secondo rilevamento del 2010 della quattordicesima edizione dell'indagine Monitor Citta', dell'istituto di ricerca Fullresearch. Matteo Renzi, sindaco di Firenze, si riconferma il più amato dai suoi concittadini con il 68,1% di consensi e un +1,3% rispetto alla rilevazione del primo semestre dello stesso anno.

Al secondo posto il suo collega di Verona, Flavio Tosi, che era già stato protagonista di questa classifica nel primo semestre 2009. Segue al terzo posto con il 65,0% delle preferenze, il sindaco di Sassari, Gianfranco Ganau.

Buona performance anche per gli abruzzesi. Al 14° posto con il 60% dei consensi c'è Umberto Di Primio (Pdl), un gradino più in basso il dimissionario Cialente (Pd) con il 59,8% dei consensi. Al 23°, invece, Maurizio Brucchi con il 57,5% dei consensi.

Ha perso punti (ma non è chiaro quanto perchè la classifica prende in considerazione solo i sindaci che hanno raggiunto il 55% del gradimento) il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che nel rilevamento precedente si era posizionato al 25° posto (rispetto al 42° dei sei mesi precedenti).

Il primo posto nella classifica relativa alla soddisfazione espressa dai cittadini sulla qualità dei servizi erogati dai comuni, invece, non vede presente nessuna città abruzzese.

A livello nazionale, invece, primeggia ancora di Bolzano con il 76,3% medio, al secondo posto Trento con il 71,5% ed al terzo Belluno con il 66,1% a cui seguono due città emiliane: Reggio Emilia (66,0%) e Parma (63,7%). Ad eccezione di Siena, i primi venti posti della classifica sono tutti occupati da città del Nord.

La classifica dei primi 20 comuni italiani è ottenuta attraverso un indice medio relativo al livello di soddisfazione espresso dai cittadini intervistati su 23 servizi (anagrafe/stato civile, tributi, URP, servizi scolastici, politiche per le imprese, servizi sociali, sicurezza, polizia municipale, raccolta rifiuti, pulizia delle strade, manutenzione stradale, illuminazione stradale, verde/parchi pubblici, edilizia/urbanistica, turismo, cultura/spettacolo, sport, viabilità/traffico, parcheggi, trasporto pubblico, gas, acqua, elettricità).

 22/03/2011 15.01

«E' SOLO UN SONDAGGIO»

«E' bene ricordare», ha commentato il vice capogruppo del Pdl, Ermanno Foschi, «che parliamo sempre di un sondaggio, di cui, tuttavia, pur con tutte le cautele, prendiamo atto, un sondaggio che dunque deve rappresentare uno sprone a fare meglio, così com’è accaduto lo scorso gennaio in occasione della pubblicazione del sondaggio di Sole 24Ore che prendeva in considerazione lo stesso periodo dell’anno, ossia l’ultimo semestre del 2010. Sicuramente si è verificata una leggera flessione», continua Foschi, «determinata da un anno di assestamento politico e da quelle polemiche portate dal sistema dei partiti che non hanno dato al sindaco quella tranquillità necessaria per far partire le grandi opere messe in cantiere. Sono però certo che già i primi mesi del 2011 hanno rappresentato una svolta per il governo della città in termini concreti e finalmente visibili».

«Sono certo», ha detto ancora il vice capogruppo, «che già il prossimo sondaggio, inerente il primo semestre del 2011 dimostrerà una chiara inversione di tendenza, al di là delle ‘cassandre’ del centrosinistra che, evidentemente, hanno già dimenticato la data del 13 ottobre 2008, quando, dopo cinque anni di governo della città, la classifica del Sole 24 Ore decretò la caduta libera di Pescara che, in termini di vivibilità, precipitò all’84° posto su 103 città capoluogo monitorate, con una pesante bocciatura della politica condotta sulla mobilità, sulla cura di parchi e giardini, sulla loro fruibilità, e sulle perdite idriche, primo segno della pesante eredità lasciata al nostro governo cittadino».

23/03/11 8.18