Credito: crescono i finanziamenti al settore del turismo in Abruzzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

914

Credito: crescono i finanziamenti al settore del turismo in Abruzzo
ABRUZZO. Superano i 2,5 miliardi di euro nel 2005 gli impieghi bancari alle attività commerciali ed alberghiere. Basilea2, rilancio della competitività e rapporti banche-imprese al centro di un convegno a Pescara tra Abi Abruzzo e Camera di Commercio
Hanno superato quota 2.5 miliardi di euro, a dicembre 2005, i finanziamenti bancari al settore del turismo in Abruzzo, in particolare nel comparto commerciale e alberghiero. Vuol dire una crescita del 5,7% rispetto a fine 2004.
Un trend positivo che si inserisce nel quadro dell'aumento complessivo degli impieghi bancari all'economia della regione: 17 miliardi di euro per un incremento del 10% rispetto lo scorso anno. Sono i dati dell'Osservatorio permanente sui rapporti banche-imprese (costituito da Abi e 13 associazioni imprenditoriali) presentati oggi a Pescara nel corso del convegno “Lo sviluppo del turismo sul territorio: il ruolo delle istituzioni e degli operatori economici anche in vista di Basilea2” organizzato dalla Camera di Commercio di Pescara, presieduta da Ezio Ardizzi, e dalla Commissione regionale Abi Abruzzo, presieduta da Rinaldo Tordera.
Tra gli altri, hanno partecipato il Responsabile dell'Ufficio Abi per gli interventi pubblici alle imprese, Mario Cataldo, il Presidente regionale di Federalberghi, Emilio Schirato, e il Direttore generale di Banca Caripe, Dario Mancini.

Per il Presidente della Commissione regionale Abi Abruzzo, Rinaldo Tordera, «il settore bancario è impegnato a sostenere il rilancio economico della Regione in tutti i suoi settori. La sfida della globalizzazione si vince solo rafforzando la competitività sul territorio. Ciò dipende soprattutto da un'alleanza sempre più forte tra banche e imprese. In questo senso le nuove regole di Basilea2 rappresentano una grande opportunità per consolidare ulteriormente questa collaborazione, con l'obiettivo di una migliore erogazione del credito e di una crescita dell'efficienza nella gestione d'impresa».

Il Presidente della Camera di Commercio di Pescara, Ezio Ardizzi, nel suo intervento ha sottolineato «l'importanza strategica del turismo che, costituisce, per l'Abruzzo e per l'intera Nazione, tenuto conto delle nostre ricchezze artistiche e naturalistiche uniche al mondo, una risorsa dalla enormi potenzialità in grado di garantire un solido e duraturo sviluppo del sistema economico italiano».

Ardizzi, ha aggiunto che per consentire un adeguato sfruttamento delle potenzialità del settore e recuperare il terreno perduto «è necessario, da un lato ricreare una strategia turistica nazionale unitaria, dall'altro far si che tutti i soggetti coinvolti: Istituzioni, Operatori economici ed Istituti di credito agiscano in modo coordinato al fine di generare utili sinergie».
Riguardo a quest'ultimo aspetto l'Ente Camerale in collaborazione con la Provincia di Pescara si è già attivato sottoscrivendo un protocollo d'intesa destinato a favorire la formazione, in ambito locale, di uno o più STL (Sistemi Turistici Locali). Tali innovativi organismi – frutto della collaborazione trasversale tra settore pubblico e privato – costituiscono, indubbiamente, la nuova frontiera dell'offerta turistica, infatti, consentono sia di produrre un'offerta turistica condivisa da tutti i soggetti interessati alla crescita economica del territorio, sia di offrire all'utente un “prodotto” compiuto e non la semplice “risorsa turistica”.

20/07/2006 8.13