Cisl Abruzzo: è il tempo di Maurizio Spina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2471

Cisl Abruzzo: è il tempo di Maurizio Spina
ABRUZZO. Il Consiglio Generale della CISL d’Abruzzo ha ratificato le dimissioni di Gianni Tiburzi da segretario generale e la elezione del nuovo segretario generale e della nuova Segreteria, Maurizio Spina, 54 anni con una lunga esperienza alle spalle.
«E' stata l'occasione per fare il punto della situazione economica e politica regionale e territoriale», ha spiegato Spina, «vista anche la presenza del Segretario Generale Nazionale Raffaele Bonanni. L'impegno della CISL a tutti i livelli è quello di una grande voglia di concertazione per affrontare i grandi nodi strutturali ed economici della regione e del paese».

Il nuovo Segretario ha 54 anni, ha una esperienza sindacale consolidata che lo ha visto svolgere in questi anni gli incarichi di Segretario Generale della Federazione Regionale dei Chimici, Segretario Generale della Unione Sindacale Territoriale di Pescara e da ultimo componente la Segreteria Regionale CISL.
E' stato, inoltre, componente del Consiglio di Amministrazione della Camera di Commercio di Pescara, dell'ex IACP (oggi ATER), della società ASIT della Camera di Commercio, di società dell'Ente Camerale e della Direzione Nazionale della Federazione dei Chimici.

La nuova Segreteria Regionale, eletta immediatamente dopo, è composta da Enrico Tancredi, Segretario della CISL Abruzzo uscente, Antonio Scuteri Segretario Generale della CISL di Teramo, Gianfranco Giorgi Segretario Generale della CISL di L'Aquila-Sulmona, Umberto Coccia Segretario Generale della CISL di Pescara, Paolo Sangermano Segretario Generale della CISL di Avezzano, Leo Malandra Segretario Generale della CISL della provincia di Chieti,.

«Autonomia, partecipazione e contrattazione», ha assicurato Spina, «continueranno ad essere i punti di forza del nostro agire per costruire lo sviluppo dell'Abruzzo, per dare supporto alle fasce più deboli della popolazione, per dare servizi efficienti agli anziani e sviluppare politiche di sostegno al mondo del lavoro dipendente, soprattutto quello coinvolto nei processi di ristrutturazione e di crisi dell'apparato produttivo».

Dal Consiglio Generale è stato assunto un impegno: quello di riflettere sullo stato dell'Organizzazione per adeguarlo alle nuove esigenze di trasformazione in corso e soprattutto negli interessi dei pensionati e dei lavoratori iscritti. L'Assemblea Organizzativa, prevista per il 2007, sarà l'occasione per operare le prime scelte concrete.
Il segretario generale Raffaele Bonanni, intervenendo a chiusura dei lavori, ha ampliamente condiviso la scelta del nuovo gruppo dirigente e l'impegno di rinnovamento da esso assunto, in sintonia con i progetti che stanno maturando anche a livello nazionale.

13/07/2006 8.41