Attivato il numero telefonico 114 per la prevenzione degli abusi all’infanzia

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

774

La Giunta regionale ha approvato lo schema di convenzione con l'associazione 'S.O.S. - Il Telefono Azzurro'.
Lo scopo è aderire al servizio telefonico nazionale per la prevenzione dell'abuso dell'infanzia connesso al codice di pubblica emergenza 114.
Lo ha annunciato l'assessore alla Promozione Sociale Betty Mura.
«Il servizio 114», ha spiegato l'assessore, «accessibile 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, senza oneri per il chiamante, è organizzato nella prospettiva di fornire assistenza psicologica e consulenza psicopedagogica, per situazioni di emergenza che possono nuocere allo sviluppo psico-fisico di bimbi e adolescenti».
L'intenzione è quella di facilitare il collegamento tra chi gestisce il servizio, l'associazione S.O.S. ed i servizi e le strutture regionali che operano in ambito sociosanitario. La convenzione durerà sino al 10 novembre 2006 data di scadenza dell'accordo, per la gestione del servizio telefonico connesso al 114, stipulato tra il Ministero delle Comunicazioni e l'associazione nel 2003.
L'intesa prevede la costituzione di un Comitato di Coordinamento(tre rappresentanti della Regione e due dell'ente gestore del 114), che stabilirà le modalità operative della convenzione.
«La Regione, prosegue Mura, assicura spazi di informazione sul servizio, fornisce,inoltre, l'indicazione dei servizi sociali e consultoriali, pubblici e privati e delle unità di offerta dedicate ai minori, dislocati sul territorio regionale; promuove la collaborazione tra i soggetti interessati con il servizio 114».
Il gestore, fermo restando il rispetto della disciplina sul trattamento dei dati personali, assicura «una prima assistenza di carattere psicologico e predispone un report semestrale relativo alla tipologia delle problematiche segnalate ed alle agenzie territoriali attivate. Per la soluzione di tali questioni interverrà ancher il Comitato».

10/07/2006 11.16