Assessore Bianchi: «Ora è necessaria una nuova legge per i centri commerciali»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

933

Assessore Bianchi: «Ora è necessaria una nuova legge per i centri commerciali»
ABRUZZO. Parametri urbanistici per le strutture commerciali, individuazione di nuove tipologie, ma anche certezza degli orari e innovazione. Sono i temi di maggiore urgenza per commercio in Abruzzo. Per l'assessore alle Attività produttive, Valentina Bianchi, queste problematiche «impongono una urgente revisione della legge regionale di settore».
«Le associazioni di categoria, dei consumatori e i rappresentanti dei comuni, anche montani, e le province - ha detto Bianchi - sono stati chiamati a comporre il tavolo sul commercio per la revisione della legge. Crediamo che il risultato del loro lavoro, accanto ad una doverosa riflessione dell'organo politico debbano portarci ad affrontare la questione del commercio nella regione in modo organico e adeguato alle esigenze del mercato globale».
Secondo l'assessore Bianchi, contestualmente alla esigenza di normare le nuove strutture commerciali e le loro tipologie «per non perdere opportunità e per dare al territorio certezze di sviluppo», c'è anche da superare «una carenza strutturale nella gestione di impresa. E' necessario sostenere gli imprenditori commerciali - ha puntualizzato l'Assessore - anche sotto un profilo più strettamente manageriale e innovativo, così come è necessario dare certezza ai consumatori sulla qualità dei servizi e su un mercato rispondente alle esigenze della collettività».
Per avviare una riflessione su questi ed altri temi, investendo anche la sfera sociologica delle modalità di consumo, l'assessore Bianchi ha promosso un seminario sulle prospettive del settore in Abruzzo, alla presenza del professor Daniele Tirelli dell'Università Iulm di Milano, nonché presidente di Popai Italia (Global association for marketing at retail).
«Il professor Tirelli - ha spiegato Bianchi - proporrà, accanto a comparazioni tra lo sviluppo del settore in Italia e nel mercato internazionale, anche un dibattito sui valori del commercio. Crediamo che questo contributo specialistico possa dare agli altri già importanti scaturiti dal tavolo per il commercio, composto dalle associazioni di categoria e da Anci, Upa, Uncem e consumatori, una ulteriore base di esame per affrontare con consapevolezza, accanto ai nodi normativi, anche i comportamenti del consumatore, con un occhio alla competizione sui prezzi dei prodotti e l'ltro rivolto alle tendenze della modernità».
Il seminario, che sarà aperto con una relazione dell'assessore Bianchi e al quale parteciperà anche il presidente della commissione Industria del Consiglio regionale, Augusto Di Stanislao, si svolgerà venerdi, 23 giugno, nella sala convegni della Fondazione Pescarabruzzo in corso Umberto, n. 83 (Pescara, inizio lavori ore 14.30).

22/06/2006 9.54