2,6 milioni di euro per i lavoratori in difficoltà

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

801


All'Abruzzo sono stati attribuiti fondi pari a 2.608.340 euro per le politiche attive del lavoro e per garantire sostegno alle situazioni di maggiore difficoltà.
Ieri, nella sede del Ministero del Lavoro, è stata sottoscritta una convenzione tra il sottosegretario, Pasquale Viespoli, e l'assessore al Lavoro, Fernando Fabbiani. Per Fabbiani si tratta di un doppio risultato.
«Anzitutto perché potremo reinserire nel mercato del lavoro soggetti che versano in posizioni di svantagggio, ovvero che siano disoccupati o inoccupati; in secondo luogo perché siamo riusciti a recuperare una quota residuale che rischiava di rimanere inutilizzata».
Per l'individuazione dei lavoratori svantaggiati, l'Assessorato si avvarrà del censimento precedentemente promosso, che individua in 1550 i lavoratori disoccupati o inoccupati, di cui 218 lsu.
10/05/2006 11.45