Assegnate le Bandiere Blu. L'Abruzzo ne riceve 10

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1377

Assegnate le Bandiere Blu. L'Abruzzo ne riceve 10
AGGIORNAMENTO (14.03) ABRUZZO. Il riconoscimento è stato ufficializzato questa mattina. Le bandiere ritornano a Francavilla che lo scorso anno era stata clamorosamente esclusa, altra new entry la spiaggia di Pineto. Ecco tutte le spiagge più belle e attrezzate d'Italia.

ECCO LE CARTINE CON LE LOCALITA'



Il primato 2006 è della Toscana con 14 bandiere, seguita dalla Liguria con 12 bandiere, dalle Marche con 11 bandiere, dall'Abruzzo con 10. L'Emilia Romagna ha ottenuto 8 bandiere, la provincia di Salerno in Campania 7 bandiere; Puglia 6; Calabria, Lazio e Veneto 4; Sicilia 3, Friuli Venezia Giulia 2, Molise, Sardegna, Piemonte, Lombardia e Basilicata 1.
Le località lacustri sono presenti con 3 bandiere blu.
Le Bandiere Blu 2006 della Foundation for Environmetal Education (FEE) assegnate in collaborazione con Cobat e COOU - Consorzi Obbligatori per la raccolta delle batterie e degli oli esausti - ai comuni rivieraschi ed agli approdi turistici sono state rese note, questa mattina, nel corso di una cerimonia.
90 località rivierasche e 52 approdi turistici potranno fregiarsi, la prossima estate, del riconoscimento 2006.
Ancora una volta, a livello di Mediterraneo, l'Italia si colloca al secondo posto: Spagna (104), Francia (89), Grecia (82), Turchia (51).

L'ABRUZZO.

Come detto sono 10 le bandiere blu assegnate alle spiagge della nostra regione. Anche quest'anno per la provincia dell'Aquila figura Scanno, per la provincia di Teramo ci sono Martinsicuro, Tortoreto, Roseto degli Abruzzi, Pineto, altra nuova entrata. In provincia di Chieti ritorna dopo qualche anno di assenza Francavilla al Mare,
San Vito Chietino, Fossacesia Marina, Vasto, San Salvo.
Un solo approdo turistico invece viene segnalato dalla organizzazione e non poteva che essere il Marina di Pescara

TURISMO SOSTENIBILE.

La XX Edizione della Manifestazione ha voluto premiare le Amministrazioni che maggiormente si sono impegnate a migliorare lo stato dell'ambiente, promuovendo un turismo sostenibile; al fine della valutazione, sono stati presi in considerazione: i dati sulle acque di balneazione; l'esistenza ed il grado di funzionalità degli impianti di depurazione; un regolare smaltimento dei rifiuti con particolare riguardo alle raccolte differenziate e relativo riciclaggio; le iniziative ambientali promosse dalle amministrazioni, la cura dell'arredo urbano e delle spiagge, la possibilità di accesso al mare per tutti i fruitori senza limitazioni ed infine il sostegno a programmi di educazione ambientale diretti alle scuole ed ai cittadini con l'organizzazione di convegni, mostre e formazione attinenti problematiche ambientali. Da non dimenticare l'azione di sensibilizzazione intrapresa, assieme al RINA, affinché i comuni portino avanti un processo di certificazione delle loro attività istituzionali ed un'opera di convincimento nei confronti delle strutture turistiche che insistono sul loro territorio.
«Anche nel 2006 il nostro intento è stato quello di sensibilizzare le amministrazioni rivierasche ad un turismo che sappia coniugarsi con l'ambiente -ha detto Roberto Riccioni, presidente della FEE Italia - capace cioè di incrementare in particolare le presenze straniere. Il nostro augurio è che il Governo centrale ponga una particolare attenzione nei confronti dei comuni rivieraschi che non possono essere lasciati soli».

I CRITERI.

¤ assoluta validità delle acque di balneazione secondo regole molto più restrittive di quelle previste dal DPR 470/1982 sulla balneazione. Solo chi supera questo primo scalino accede alle successive valutazioni

¤ perfetta depurazione delle acque reflue ed efficiente rete fognaria su tutto il territorio comunale

¤ raccolte differenziate, vaste aree pedonali, piste ciclabili, aree verdi, divieto assoluto d'accesso alle spiagge per gli autoveicoli

¤ arredo urbano curato, stabilimenti balneari ben custoditi e curati, dotati di tutti i servizi e di personale addetto al salvamento

¤ ampio spazio dedicato ai corsi d'educazione ambientale, rivolti in particolare alle scuole ed ai giovani; agevolazioni per i portatori di handicap; pubblicità obbligatoria con affissione pubblica dei dati sulle acque di balneazione

¤ strutture alberghiere, servizi d'utilità pubblica sanitaria, informazioni turistiche, aree protette, segnaletica aggiornata

¤ presenza d'attività di pesca ben inserita nel contesto della località marina


09/05/2006 14.01


FOSSACESIA

Fossacesia è stata confermata per il terzo anno consecutivo nel gruppo d'eccellenza.
«Sono felice di questa conferma che premia gli sforzi dell'Amministrazione comunale per la salvaguardia dell'ambiente – ha dichiarato il sindaco, Enrico Di Giuseppantonio – Chiedo a tutti gli enti e agli operatori del settore di affiancarci in questa difficile opera di tutela della risorsa mare, ciascuno per la propria competenza».
«Gli investimenti per la tutela e per l'offerta di adeguati servizi ai turisti vanno nella direzione giusta, grazie alla sensibilità di tutti cittadini – ha proseguito il sindaco Enrico Di Giuseppantonio – che partecipano al cambiamento culturale, verso comportamenti coscienti di rispetto e salvaguardia dell'ambiente per le prossime generazioni. Ora occorre fare sinergia anche con gli enti preposti alla programmazione degli interventi migliorativi dei servizi, ad esempio degli impianti di depurazione o della raccolta differenziata dei rifiuti. La bandiera blu, infatti, oltre ad essere un premio, è anche una grande responsabilità, che significa mantenere costante e, se possibile, migliorare ancora la qualità della vita della nostra comunità. Significa inoltre sottoporsi ai controlli delle Autorità preposte e alle verifiche ufficiali delle dichiarazioni rese alla FEE per candidarsi».
09/05/2006 14.14

VASTO

«Si tratta di un traguardo di una notevole importanza – ha dichiarato questa mattina non nascondendo una certa soddisfazione il Sindaco Filippo Pietrocola – divenuto abituale per la nostra città ma che inorgoglisce sempre come se fosse raggiunto per la prima volta. La Bandiera Blu premia i nostri sforzi in tema di tutela dell'ambiente e la professionalità di tutti gli operatori turistici, rappresentando una conferma in più, se mai ce ne fosse bisogno, per i tanti vacanzieri che scelgono Vasto per le loro vacanze, coniugando l'amore per l'ambiente con il gusto di un sano soggiorno, all'insegna del divertimento, del buon cibo, della cultura e delle tradizioni della nostra città».
09/05/2006 14.19


LA PROTESTA DEL CODACONS

Nell'indagine vengono bocciate le coste del sud Italia, «dove i comuni, a eccezione delle località vincitrici, dimostrano ancora troppo spesso una scarsa sensibilità ambientale».
«Il Mezzogiorno d'Italia – afferma Carlo Rienzi, Presidente Codacons – paga lo scotto di anni e anni di abusivismo edilizio, cementificazione selvaggia e condoni vari. Veri e propri mostri edilizi in riva al mare che creano inquinamento ambientale, a danno delle acque e delle coste.
Il compito di migliorare la situazione non è solo dei Comuni – prosegue Rienzi – ma anche del Governo. E' necessario che gli enti locali e quelli centrali collaborino per riqualificare le coste del sud Italia, che rappresentano un bene essenziale per il nostro paese oltre che una preziosa fonte di guadagno legato al turismo».

09/05/2006 14.16