Domenica giornata delle oasi Wwf: la natura apre le porte

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4722

Domenica giornata delle oasi Wwf: la natura apre le porte
ABRUZZO. Tante attività per scoprire la biodiversità delle Oasi WWF delle Cascate del Rio Verde, delle Gole del Sagittario, del Lago di Penne, dei Calanchi di Atri e della Diga di Alanno. Aperte anche tre riserve del Corpo Forestale dello Stato
Il prossimo 30 aprile torna anche in Abruzzo la Giornata delle Oasi del WWF. Grazie alla collaborazione con il Corpo forestale dello Stato apriranno le porte 5 Oasi del WWF e 3 le Riserve Naturali dello Stato. L'evento ha ottenuto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Quest'anno ci sarà un motivo in più per festeggiare: nel 2006 si celebra infatti il quarantesimo compleanno del WWF, che in Italia ha mosso i primi passi nel 1966. Le 130 Oasi sono il più importante progetto di conservazione del WWF in Italia. Coprono oltre 30.000 ettari, ospitano 100 specie di animali o piante rare che in Italia sono minacciate di estinzione, e sono visitate ogni anno da 500.000 persone, in maggioranza giovani e scolaresche.
WWF e Corpo forestale hanno deciso di operare insieme per la difesa della biodiversità in Italia, sottoscrivendo una specifica convenzione nazionale, per la promozione della conservazione ecoregionale nelle Alpi e nel Mediterraneo centrale. In Abruzzo sono tutelati dalle oasi del WWF oltre 3000 ettari di territorio, con 4 Siti di Interesse Comunitario, 2 giardini botanici, 4 aree umide tra le più importanti della Regione, 216 specie di uccelli, 40 specie di mammiferi, 13 di anfibi, 11 di rettili e circa 1000 di piante.
Chi visiterà le Cascate del Rio Verde a Borrello (CH) potrà scoprire le più alte cascate dell'intero Appennino, con 3 salti che coprono un dislivello di 200 metri. Accompagnatori di media montagna insieme ad esperti biologi e naturalisti mostreranno lungo i percorsi la ricca biodiversità dell'area, soprattutto quella legata agli ambienti fluviali. La Prof.ssa Anna Loy, dell'Università di Isernia, illustrerà il progetto sulla Lontra, il simbolo della biodiversità fluviale. Amministratori regionali e locali insieme con la comunità discuteranno sul futuro della riserva approfondendo i programmi di conservazione e sviluppo attivati grazie all'oasi.
Alle Gole del Sagittario nel Comune di Anversa degli Abruzzi (Aq) la Natura è in piena attività: i versi dei rari gracchi corallini che stanno covando le loro uova in questo periodo faranno da sfondo sonoro alle tante attività previste, come la visita al Giardino Botanico, l'escursione nelle Gole rocciose e il minicorso di disegno naturalistico con Marco Preziosi, uno dei più noti artisti naturalisti italiani. Verrà inoltre presentata una struttura recuperata nel centro storico destinata alla microricettività, a testimonianza del ruolo importante delle oasi nella promozione del territorio.
All'Oasi WWF dei Calanchi di Atri (TE) la festa inizia da Sabato 29, quando alle 17:30 presso la sala consiliare del Comune verrà presentato il libro di Marco Monguzzi "Piante, miti e leggende. Viaggio fantastico nella vegetazione della Riserva Regionale dei Calanchi di Atri". La Domenica, invece, lo stesso autore illustrerà i miti e le leggende delle piante lungo i sentieri dell'oasi.
Il programma dell'Oasi del Lago di Penne (PE) verterà sul tema dell'energia rinnovabile. Il Centro di Educazione Ambientale della riserva sperimenta nuove fonti energetiche. Un operatore spiegherà il sistema dell'impianto ad idrogeno formando dei gruppi che potranno comprendere il funzionamento del complesso della cella a combustibile attraverso l'accensione dell'impianto stesso.
Infine nell'Oasi della Diga di Alanno (PE) i visitatori potranno conoscere, partecipando ad un laboratorio didattico all'aperto, una delle più particolari attività di artigianato d'Abruzzo, quella della produzione di manufatti con le cannucce di palude. Pochi sanno che i grandi ombrelloni delle spiagge pescaresi sono costruiti da un artigiano di Scafa, il Sig. Di Tomasso, che con la sua famiglia costruisce questi e altri oggetti con le Cannucce di Palude che crescono nell'oasi.
Il Corpo Forestale dello Stato aprirà, invece, le Riserve dello Stato di Campotosto (AQ), dell'Orfento (PE) e del Velino (AQ): in queste aree i forestali guideranno grandi e piccoli in sentieri immersi in una natura ancora selvaggia.

«Quest'anno», dichiara Augusto De Sanctis, Coordinatore Regionale delle Oasi, «tutti i programmi delle oasi abruzzesi comprendono attività svolte con le amministrazioni dei comuni e con le comunità locali. Vogliamo così sottolineare uno degli elementi più innovativi e peculiari rispetto al panorama europeo del sistema di aree protette abruzzesi: la partecipazione e la strettissima collaborazione tra enti locali, associazioni e cittadini nella gestione quotidiana di un ricchissimo e delicatissimo patrimonio di biodiversità».
Per sostenere le oasi si può donare 1 euro inviando un SMS anche senza testo e fino al 2 maggio al numero 48584.



IL PROGRAMMA COMPLETO
GIORNATA DELLE OASI 2006

[pagebreak]

Eventi nei giorni precedenti

VENERDI' 28 APRILE - OASI CALANCHI DI ATRI

Ricerca volontari: per chi è interessato a partecipare al monitoraggio del Fratino (6-7 maggio e 27-28 maggio) sul litorale abruzzese, riunione organizzativa alle ore 17:30 presso il centro visite dell'oasi, loc. Colle della Giustizia (info: 3683188739).

SABATO 29 APRILE - OASI CALANCHI DI ATRI

Ore 17:30 - Sala consiliare del Comune di Atri, presentazione del libro di Marco Monguzzi "Piante, miti e leggende. Viaggio fantastico nella vegetazione della Riserva Regionale dei Calanchi di Atri".

DOMENICA 30 APRILE - GIORNATA NAZIONALE DELLE OASI WWF


OASI CASCATE DEL RIO VERDE - COMUNE DI BORRELLO (CH)

Le meravigliose cascate più alte dell'Appennino

Apertura Oasi ore 9:30
ATTIVITÀ E LABORATORI:
- a partire dalle 9:30, verrà organizzata, ogni ora, una visita nell'Oasi guidata da accompagnatori di Media Montagna.
- Laboratorio “Gli abitanti del fiume” – attività in presenza di esperti per scoprire l'importanza degli ecosistemi acquatici e la fauna e la flora che vivono in essi: riconoscimento macroinvertebrati, visita all'incubatoio dei Gamberi di fiume, osservazione dell'ecosistema fluviale e del suo stato di salute.
Orari 10:00; 12:00 e 16:00
- Laboratorio “Alla scoperta delle piante” – attività in presenza di esperti per comprendere la valenza ecologica delle piante, osservare la morfologia e gli adattamenti all'ambiente delle specie vegetali: riconoscimento delle principali specie presenti nel territorio dell'Oasi, descrizione della loro morfologia e dell'ambiente in cui vivono.
Orari 10:00; 12:00 e 16:00
- Concorso per i ragazzi delle scuole elementari e medie dell'Istituto Comprensivo di Quadri: elaborazione di un testo o di un disegno dal tema “La scoperta delle Cascate del Rio Verde”
INCONTRI CON GLI ESPERTI (presso l'aula didattica all'aperto vicina al belvedere):
10:30 - 11:00 La misteriosa signora del fiume: la Lontra. A cura della prof.ssa Anna Loy, Università del Molise
11:00 - 12:00 Il futuro della Riserva: presentazione alla popolazione dei programmi e del Piano di Assetto Naturalistico della Riserva “Cascate del Rio Verde”.
Esperti e amministratori regionali e locali presentano i programmi della Riserva e li discutono con i cittadini
16:30 – 17:30 Il magico mondo alato: l'avifauna dell'Oasi delle “Cascate del Rio Verde”
Augusto De Sanctis, responsabile Oasi WWF, Abruzzo, Marche e Molise
17:30 – 18:00 Educare all'ambiente: l'esperienza del WWF nel settore dell' Educazione ambientale. Dott.ssa Filomena Ricci

OASI DEI CALANCHI DI ATRI - COMUNE DI ATRI (TE)
Tra le "bolge" dei calanchi più famosi d'Italia

Sabato 29 Aprile - Ore 17:30
Sala consiliare del Comune di Atri, presentazione del libro di Marco Monguzzi "Piante, miti e leggende. Viaggio fantastico nella vegetazione della Riserva Regionale dei Calanchi di Atri".
Domenica 30 Aprile
Ore 9:30: apertura Oasi. Escursione guidata con l'autore del libro "Miti e leggende delle piante dei Calanchi"
- Ore 11.00 Laboratori didattici per bambini
- Ore 16.00 Proiezione diapositive sulla Riserva Naturale Regionale "Calanchi di Atri

OASI DELLE GOLE DEL SAGITTARIO - COMUNE DI ANVERSA DEGLI ABRUZZI (AQ)
Escursioni e disegni tra le Gole

Apertura Oasi ore 9:30
Per tutta la Giornata i visitatori potranno passeggiare per i sentieri dell'Oasi;
inoltre saranno organizzate le seguenti attività:
- ore 9,30 (Sorgenti di Cavuto): partenza escursione ai Prati di Castro con Accompagnatore di Media Montagna. Media difficoltà, durata 6 ore;
- ore 10,30 e ore 16,00 (Sorgenti di Cavuto): partenza escursioni Gole del Sagittario con Accompagnatore di Media Montagna. Facile, durata 3 ore;
- ore 10,00 – 16,00 – 18,00 (Sorgenti di Cavuto): visite guidate al Giardino Botanico di interesse regionale "Gole del Sagittario". Forme e colori delle piante delle Gole del Sagittario, passeggiate semplici e poco impegnative, per tutti;
- dalle ore 10:30 alle 13:00 (Sorgenti di Cavuto): "Disegna la Natura", corso di disegno naturalistico per bambini - a cura di Marco Preziosi;
- dalle ore 11,00 alle ore 12,00 (Aia delle Piagge - Anversa): visita presso gli appartamenti per la micro-ricettività recentemente restaurati nel paese di Anversa degli Abruzzi;
- dalle ore 12,00 alle ore13,30 (Sorgenti di Cavuto): "Strumenti musicali tradizionali e naturali", un'esperienza per visitare ed ascoltare alcuni strumenti figli della natura - a cura di Barbara Filippi.

OASI DELLA DIGA DI ALANNO - COMUNE DI ALANNO (PE)
Alla scoperta di una delle più ampie zone umide d'Abruzzo

Ore 10:00 inizio attività
Ore 10:00-12:30: laboratorio manuale sull'uso delle cannucce di Palude insieme all'artigiano che costruisce manufatti con questa pianta
Ore 10:00: prima escursione didattica con accompagnatore di media montagna - facile
Ore 11:00: laboratorio didattico sulle tracce degli animali
Ore 16:30: seconda escursione didattica con accompagnatore di media montagna - facile
Ore 17:30: laboratorio didattico sulle tracce degli animali

OASI DEL LAGO DI PENNE - COMUNE DI PENNE (PE)
Il tema dell'energia nella storica oasi del WWF

L'ENERGIA Impianto ad Idrogeno presso il CEA A. Bellini

Incontro ore 10:00 presso il Centro Visite della Riserva, dove i partecipanti avranno tutte le informazioni sull'Oasi e le indicazioni per raggiungere il Centro di Educazione ambientale “Antonio Bellini” CEA a due Km. dal Centro visite (da Penne ci sono le indicazioni per la Riserva e dal Centro visite le indicazioni per il CEA). Poiché il CEA si apre alla sperimentazione di nuove fonti energetiche, un operatore dell'Oasi spiegherà il sistema dell'impianto formando dei gruppi che di volta in volta, visiteranno il complesso della cella a combustibile con l'accensione dell'impianto stesso.

CULTURA E NATURA dal Centro storico alla Riserva.
A circa 3 Km dalla Riserva si affaccia sul Lago l'antica “Pinna Vestinorum” : dai colli su cui sorge il centro storico di Penne offre ancora oggi al visitatore interessanti testimonianze risalenti alle diverse epoche nelle quali si è evoluta.
Raduno ore 09:30 presso il Parcheggio, capolinea dei pullman lungo la circonvallazione di Penne: ci saranno gli animatori dell'Oasi che accompagneranno il gruppo, che durante l'escursione si renderanno disponibili nell'illustrare gli ambienti, la vegetazione tipica ed eventuali avvistamenti di fauna selvatica.
L' escursione attraverso un antico sentiero che dal centro storico si collega alla Riserva in località Collalto presso il CEA “Antonio Bellini” in un contesto paesaggistico e naturalistico suggestivo.
L'escursione è consigliata a chi ama camminare e la lunghezza del percorso è di circa 11 Km (si consigliano: un abbigliamento comodo, zaino con pranzo al sacco a discrezione dei partecipanti e scarpe da trekking).

27/04/2006 13.21