Tursimo. 6mln dalla Regione per nuove strutture

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

919

Tursimo. 6mln dalla Regione per nuove strutture
ABRUZZO. Settore turismo in grande fermento. Arrivano nuovi finanziamenti per potenziare strutture turistiche e rilanciare il settore. Intanto ieri si è tenuta la conferenza delle regioni e dell’Enit che coordinano gli indirizzi a livello nazionale. Infine la presentazione di Ecotur.
Ammontano a 6 milioni e 102 mila euro le risorse che lo Stato con la legge 488 ha destinato all'Abruzzo in materia di sviluppo, nascita e consolidamento di imprese operanti nel turismo.
Intanto la Giunta regionale ha approvato i criteri per accedere ai finanziamenti.
Il fondo regionale in materia di turismo della legge 488 guarda con attenzione alla realizzazione di nuove strutture alberghiere per incrementare il cosiddetto turismo di qualità.
«Ci troviamo a lavorare con uno strumento normativo che dà agli operatori turistici molte possibilità di crescita - spiega Enrico Paolini -. Il nostro obiettivo primario è riqualificare l'offerta alberghiera di qualità con la previsione di incentivi destinati a chi vuole realizzare nuovi alberghi». Non a caso il 50% delle risorse previste, poco più dunque di 3 milioni di euro, è stato destinato alla graduatoria speciale per incentivare la realizzazione di alberghi e centri benessere all'interno delle strutture ricettive.
Agevolazioni anche per quanto riguarda le cosiddette "country-house", e cioè la possibilità per i privati di ristrutturare vecchi edifici che insistono su terreni agricoli con un minimo di 20 posti letto e la cui gestione deve far capo ad un'impresa turistica.
«Ma come Regione - ha continuato l'assessore al Turismo - abbiamo inteso dare un segnale soprattutto alle aree interne. Il riparto dei fondi guarda anche a nuove priorità regionali, come quella di favorire la realizzazione di nuove strutture ricettive o la riqualificazione di quelle esistenti nelle aree depresse della regione, in particolare quelle inserite in Obiettivo 2 che però sono fuori dalla deroga dell'art. 87.3C».
Oltre al settore di nuove infrastrutture, la delibera della Giunta prevede benefici in favore delle agenzie di viaggio che svolgono attività di incoming e l'abbassamento da un milione a 400 mila euro il limite minimo d'investimento ammissibile per la concessione e l'erogazione delle agevolazioni della 488.

«PROMOZIONE TURISTICA IN CAPO ALLE REGIONI»
Mantenere intatta, in capo alle regioni, la competenza politica e amministrativa in materia di promozione turistica.
È quanto chiede al governo che si andrà a formare il coordinamento nazionale gli assessori regionali al Turismo che si è riunito a Roma.
Presieduto dal coordinatore nazionale Enrico Paolini, il coordinamento ha espresso l'intenzione di intavolare con il nuovo governo un dialogo continuo che non prescinda «dalla centralità che hanno acquisito le regioni in questi anni in materia di turismo, respingendo le tesi di chi in questi anni ha parlato di frazionamento della politica turistica coinciso proprio con il conferimento delle delega alle regioni».
«Parte da questa necessità - hanno detto gli assessori - il potenziamento della cabina di regia sul turismo nella quale le regioni hanno piena rappresentatività».
Gli assessori hanno poi ribadito l'importanza di mantenere la materia del turismo «sotto il ministero delle Attività produttive», come nella precedente legislatura, sostenendo che le «Regioni devono essere le prime interlocutrici con il nuovo referente del Governo in materia di turismo».
Ma il coordinamento nazionale degli assessori al turismo ha anche affrontato il nodo dei canoni demaniali e ha deciso di convocare una riunione congiunta con gli assessori regionali in materia di demanio per accertare le esigenze delle singole regioni in modo da calarle in una specifica richiesta che verrà presentata al Governo.
Per quanto riguarda l'allestimento del portale telematico Italia.it, il coordinatore nazionale Enrico Paolini, ha detto che «attualmente sono allo studio i parametri per la suddivisione del riparto tra le singole regioni della somma trasferita dal ministero dell'Innovazione tecnologica (21 milioni di euro, ndr) e che successivamente verrà elaborato dalle direzioni regionali il cosiddetto allegato tecnico».
Ogni singola regione dovrà poi formare comitati di redazione per l'elaborazione dei contenuti del portale.

ECOTUR
Infine l'indefesso e onnipresente Paolini è stato presente alla presentazione della fiera abruzzese.
«Come ha certificato l'Enit, l'Ente nazionale del turismo, Ecotur è diventata una delle più importanti rassegne turistiche d'Italia. Ma questa edizione, la sedicesima, rappresenta anche un'importante vetrina per il management pubblico e privato regionale e nazionale nei confronti dell'intero panorama internazionale».
Così si è espresso il vicepresidente della Regione.
«Si tratta di un'edizione particolarmente importante per diverse ragioni» ha rimarcato Paolini «sia per l'elevato livello di professionalità raggiunto dagli organizzatori sia per l'evento nell'evento che è rappresentato dalla convention ENIT-Regioni che vedrà la presenza a Montesilvano dei vertici ENIT, alla prima uscita ufficiale dopo la recente riforma dell'ente».
Ma la presentazione di Ecotur ha anche fornito al vicepresidente della Regione l'occasione per annunciare l'appuntamento clou dell'anno, la Conferenza Nazionale sul Turismo, che si terrà sempre a Montesilvano, tra fine settembre ed inizio ottobre, presumibilmente dal 29 settembre al 1 ottobre, e che vedrà la partecipazione, nella giornata di chiusura, del presidente del Consiglio dei Ministri in pectore, Romano Prodi. Inoltre, in autunno è in calendario anche il congresso dell'Usigrai, l'importante sindacato di giornalisti Rai.

21/04/2006 14.23