Verticelli. «Al Vinitaly un Abruzzo più forte»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1097

«Sono tante le novità importanti di questo intervento», ha tenuto a rilevare l'assessore regionale all'Agricoltura, Marco Verticelli, presentando questa mattina a Pescara la partecipazione dell'Abruzzo a Vinitaly e Sol, i saloni internazionali dei vini e dell'olio in programma dal 6 al 10 aprile alla fiera di Verona.
«Mi riferisco», ha continuarto, «agli investimenti per l'acquisizione del nuovo padiglione, che garantisce migliori e più idonei servizi, e la partecipazione di tante nuove aziende, circa il 20% in più rispetto allo scorso anno. Come in passato una presenza in stretta sinergia con l'Arsa e il Centro Interno delle Camere di Commercio d'Abruzzo, ma anche dei quattro Consorzi di tutela del vino e dell'olio e delle quattro province alle quali è stato assegnato uno spazio personalizzato, proseguendo così la politica di integrazione con gli enti locali e con il territorio».
L'Abruzzo sarà presente con 86 cantine alla 40^ edizione del salone del vino e con 21 aziende olivicole alla 12^ di Sol. Complessivamente saranno oltre 115 gli espositori. Una immagine completamente rinnovata, con spazi quasi raddoppiati: oltre 1240 mq. per Vinitaly, all'interno della nuova ed accogliente struttura del padiglione, e altri 500 per Sol, resi accoglienti da una comunicazione di grande efficacia disposta nei punti strategici della fiera, che punta a valorizzare le produzioni vinicole ed olearie unitamente alle altre eccellenze della regione, sotto lo slogan "In Abruzzo c'è molto di più".
«E' stato fatto un notevole sforzo organizzativo e finanziario, ha rilevato il presidente del Centro Interno delle Camere di Commercio d'Abruzzo, Dino Di Vincenzo, presente alla conferenza stampa insieme al direttore generale dell'Arssa Donatantonio De Falcis, per andare incontro alle esigenze del mondo della produzione. Dopo una fase di difficoltà del mercato, ora si intravedono nuovi spiragli per la produzione di vino e di olio che si propongono con un favorevole rapporto qualità/prezzo e con un legame forte al territorio, caratteristiche che possono risultare vincenti per l'Abruzzo nella competizione con altre regioni italiane e straniere».
04/04/2006 14.37