A24-A25: «Costruire subito due nuove aree di servizio»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1025

I NUMERI E LA POSIZIONE DEL GESTORE DELLE AUTOSTRADE



I NUMERI E LA POSIZIONE DEL GESTORE DELLE AUTOSTRADE


Aumenta giorno dopo giorno il pressing della Confcommercio su Strada dei Parchi spa, la società che gestisce le autostrade A24 e A25. Dopo le richieste inoltrate per avviare subito le infrastrutture necessarie ed intrapresi i rapporti con la Regione Lazio per risolvere l'annoso problema dei tempi di percorrenza una volta usiti dalle autostrade abruzzesi, oggi è la volta di nuove richieste che vengono giudicate necessarie.
In una nota l'Unione Regionale Abruzzo Confcommercio ha segnalato i disagi lamentati dagli operatori e dagli utenti che, recandosi da Pescara a Roma e viceversa, numerosi fruiscono della tratta autostradale A25 Pescara-Roma, in merito alla notevole distanza, pari a circa 100 chilometri, fra le due rispettive aree di servizio poste nei pressi del casello di Chieti-Pescara Ovest e le due successive, situate all'altezza del casello di Magliano dei Marsi.

Appare infatti facilmente comprensibile come una tale distanza, doppia se non addirittura tripla rispetto alla media della dislocazione delle strutture presenti sulle altre autostrade italiane, solitamente attestata intorno ai 30-35 chilometri, comporti per chi viaggia immaginabili disfunzioni legate all'impossibilità di usufruire, per un percorso così lungo, dei vari servizi offerti dalle apposite aree, soprattutto per quanto riguarda il rifornimento di carburante.

A puro titolo di esempio, l'Associazione ha ipotizzato la costruzione delle due nuove aree di servizio con relativi impianti carburanti, ciascuna per il rispettivo senso di marcia, in un punto equidistante dalle due citate, e quindi nei pressi del casello di Sulmona-Pratola Peligna.

Abruzzo Confcommercio ha quindi invitato gli Enti sopra indicati ad attivarsi presso le sedi competenti al fine della risoluzione della problematica evidenziata, che rappresenta un profondo disservizio nei confronti sia dell'utenza in generale, sia in particolare degli operatori che quotidianamente percorrono la tratta autostradale in questione.
La segnalazione dell'Unione Regionale Abruzzo Confcommercio si inserisce nell'ambito degli interventi di sensibilizzazione sulle problematiche legate ai lunghi tempi di percorrenza necessari per accedere alla Capitale una volta usciti dal casello di Roma Est, al termine delle Autostrade A24 e A25.

28/03/2006 10.09