A24-A25:tre proposte dall’incontro tra Intesaconsumatori e Autostrade dei Parchi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1211

 ROMA. Anche Intesaconsumatori interviene contro il caro-pedaggi. Le proposte avanzate riguardano le tariffe e la sicurezza stradale. la società di Carlo Toto si è riservata di rispondere in 10 giorni.

 ROMA. Anche Intesaconsumatori interviene contro il caro-pedaggi. Le proposte avanzate riguardano le tariffe e la sicurezza stradale. la società di
Carlo Toto si è riservata di rispondere in 10 giorni.






Si è tenuto oggi a Roma l'incontro tra Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori) e Autostrade dei Parchi.
Intesaconsumatori ha proposto alla società autostradale una serie di misure per aumentare la sicurezza stradale, contenere le tariffe dei pedaggi e risolvere le controversie con gli utenti, che possono essere sintetizzate in tre punti.

Il primo è il tavolo di confronto tra Autostrade dei Parchi, consumatori e Regioni Lazio e Abruzzo per arrivare ad una rimodulazione delle tariffe che consenta, a parità di introiti, di alleviare il peso eccessivo che l'ultimo aumento dei prezzi dei pedaggi ha avuto sui pendolari e su chi, per motivi di lavoro, usa abitualmente le tratte gestite dalla società.
In attesa della realizzazione di tale tavolo le associazioni di Intesaconsumatori si sono riservate di intervenire nei ricorsi pendenti proposti contro gli aumenti dalle Regioni Lazio e Abruzzo;

Il secondo punto è un tavolo tecnico per la sicurezza stradale, finalizzato a verificare se i controlli periodici sulle tratte in gestione e gli interventi in caso di neve o maltempo siano efficaci e funzionali. A tale tavolo potranno partecipare anche gli utenti attraverso segnalazioni di disservizi o eventuali carenze di interventi e assistenza nei casi di emergenza;

Il terzo punto riguarda la creazione di una camera arbitrale di conciliazione, per la risoluzione delle piccole controversie tra la società e gli utenti, e per la raccolta di segnalazioni, proteste e reclami.

Autostrade dei Parchi si è riservata di rispondere entro 10 giorni alle proposte avanzate oggi da Intesaconsumatori (Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori).
Le associazioni, da parte loro, hanno preso atto dei positivi risultati relativi alla diminuzione di incidenti e all'aumento degli interventi di manutenzione, seppur non pienamente soddisfacenti su alcune tratte.

24/03/2006 18.09