L'artigianato abruzzese alla Fierarredo di Bologna

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1280

L'artigianato abruzzese alla Fierarredo di Bologna
L'artigianato abruzzese di qualità è stato protagonista nei giorni scorsi alla Fierarredo, la mostra mercato internazionale dell'arredamento e dell'oggettistica organizzata dalla fiera di Bologna.

Coordinate dal Centro Interno delle Camere di Commercio d'Abruzzo con il supporto dell'Assessorato regionale alle Attività Produttive sono state 18 le aziende artigiane ospitate in uno stand di quasi di 200 mq. all'interno del padiglione 25 della Fiera di Bologna.

Come avvenuto negli ultimi anni l'Abruzzo è stata l'unica regione italiana invitata a partecipare alla manifestazione con una esposizione istituzionale: Fierarredo, infatti, è prevalentemente dedicata ai mobili e all'oggettistica per la casa, dove le produzioni artigiane riescono a trovare spazio solo se possiedono requisiti di originalità della proposta e di qualità della manifattura.

L'Abruzzo a Bologna ha portato le sue antiche tradizioni ceramiste e quelle della lavorazione del legno, del ferro e del rame ma anche produzioni che prevedono l'utilizzo innovativo di altri materiali come la cera, la carta, la plastica, il cuoio, il vetro che hanno riscontrato presso il pubblico e presso gli operatori (principalmente negozianti all'ingrosso, architetti e interior designers) un notevole interesse con un aumento delle vendite dirette e dei contatti già nei primi giorni della fiera.

«Bologna da anni è frequentata da un pubblico attento ed esigente, tanto che questa fiera è considerata uno dei riferimenti in Italia per l'arredamento d'interni della casa e dell'ufficio - ha detto il Presidente del Centro Interno Dino Di Vincenzo – perché lancia le tendenze dell'anno ed offre al visitatore le nuove tecnologie per l'abitare insieme alle produzioni artigianali di nicchia e di grande originalità che non possono essere copiati o riprodotti altrove e che rappresentano il nostro punto di forza, siano essi prodotti tradizionali o innovativi per tecnica o per materiale utilizzato».

28/02/2006 10.32